E' un venerdì sera e con mia moglie decidiamo di a...

Recensione di del 20/11/2009

Osteria alle Carceri

35 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
10 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

E' un venerdì sera e con mia moglie decidiamo di andare fuori a cena. Girovagando un po' per il centro di Pavia decidiamo di fermarci alle "Carceri" di cui abbiamo sentito parlare da altri amici "mangioni" in maniera molto positiva. Il locale è un po' piccolo, sebbene molto accogliente e con un'atmosfera rilassante, e ha i tavoli troppo vicini. Un'altra pecca, dovuta però al luogo in cui si trova (pieno centro storico) è la mancanza di parcheggio.

Tornando al ristorante, dopo esserci accomodati, ci sottopongono in maniera celere e cortese la carta dei vini (veramente ben assortita) e il menu. La scelta del vino cade su un "Firriato - Altavilla della Corte Rosso 2007" che mi accompagnerà (essendo mia moglie astemia) in maniera ottimale fino alla fine della cena, rivelandosi un'ottima scelta anche per il rapporto qualità/prezzo (13 €). Ordiniamo anche una minerale microfiltrata.

Come antipasti, gustiamo un "prosciutto affumicato della Foresta Nera con cipolle rosse caramellate" e un "culatello alla griglia" che assaggiamo a vicenda. Le porzioni sono abbondanti e ci soddisfano, oltre al gusto, la qualità degli insaccati e il loro profumo.
Passando al primo ordiniamo degli "strangolapreti alla crema di broccoli e aringhe affumicate" e dei "ravioloni al ripieno di castagne con crema al Torre Cives" che ci lasciano veramente estasiati e piacevolmente sorpresi dalla delicatezza dell'abbinamento aringhe/broccoli.
Come secondo (ne prendiamo uno in due essendo quasi pieni) gustiamo un ottimo filetto di manzo alla griglia con contorno di patate al forno. Carne cotta al punto giusto, morbida e succosa.
Passiamo quindi al dolce concedendoci due "flan di gianduia Venchi": uno squisito sformatino al cacao, ripieno di crema calda al gianduia, accompagnato da un vellutato Moscato dell'Oltrepo Pavese. E' doveroso sottolineare la correttezza del proprietario che non ci inserisce i dolci nel conto (risparmiamo quindi 10 euro) a causa del ritardo con cui sono arrivati (mezz'ora - ritardo dovuto, ci è stato detto, per un guasto in cucina). Terminiamo con due caffè e un digestivo.

Il totale ammonta a 70 euro (35 a persona) e, considerata la qualità degli ingredienti adoperati nella preparazione delle pietanze, l'ottimo vino degustato e il servizio puntuale e mai invadente ci è sembrato una giusta spesa, che ci ha fatto decidere di tornare sicuramente in futuro in questo piccolo ma accogliente punto di ristoro nel cuore della vecchia Pavia.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.