Essendo per lavoro nella zona di Parma ed essendo ...

Recensione di del 19/01/2011

Osteria Il Norcino

40 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Essendo per lavoro nella zona di Parma ed essendo i due ristoranti che conosciamo in zona chiusi, io e il mio capo seguiamo l'indicazione del fornitore con cui avevamo appuntamento nel pomeriggio e proviamo questa osteria. Il locale è davvero molto carino, soffitti a volta di pietra, una vecchia posta per il cambio dei cavalli trasformata in ristorante cercando di mantenere inalterato quanto più possibile. Il quadro molto grande con scena di animali è un po' fuori ambiente, ma è particolare e colorato.
La cucina è a vista, anche se i vetri sono mezzi coperti da dei vasi di fiori:
veniamo fatti accomodare a un tavolo, apparecchiato in modo sobrio, ma più che sufficiente. Ci viene portato il pane e l'acqua naturale richiesta.

Prendiamo una mezza bottiglia di Gutturnio Torre Fornello (mi pare) e ordiniamo due piatti di culatello (di cui siamo entrambi ghiotti!).
Per secondo io prendo i tortelli di zucca (fuori menu, in quanto altri due piatti di pasta, che sembravano sfiziosi, sono terminati); il mio commensale un piatto di spalla di maiale nero, una specialità del ristorante, acquistato in una fattoria della zona che ha questo tipo di allevamento originale.
Ci viene quindi portato, dopo poca attesa, un tagliere tondo per due del suddetto culatello di Zibello. La porzione a testa non è molta e il culatello, buono e di qualità, è per i miei gusti, poco stagionato.
I tortelli alla zucca, otto in tutto, sono buoni, ricoperti di grana e burro, non hanno nessuna nota caratteristica che li diversifichi da quelli assaggiati altrove. Nella norma.
La spalla è invece, a detta del mio capo, molto gustosa, anche se la porzione non è molto abbondante.
Insieme alla spalla arriva un piccolo paniere con quattro/cinque pezzi di "torta fritta" nota con il nome più famoso di gnocco fritto.
Beh, il sapore è buono anche se un po' pesante e il fritto si sente un po'
(fatico a digerirlo per tutto il pomeriggio).
Come dessert prendiamo la famosa torta sbrisolona entrambi e che ci viene portata in un piattino da dessert, uno, da dividere, tanto che il mio capo chiede "era per due" il cameriere conferma! Ne ordiniamo un altro piatto (che poi però, a dire il vero, non so se per errore o per cortesia, non è stato fatturato). La torta era buona, con pezzi di mandorla intere, non so se è così che vada fatta, io ne ho assaggiate diverse. Comunque era buona, leggera e senza troppo burro. Finiamo con due caffé.
Il locale è molto carino, molto comodo vicino all'autostrada uscita Parma, cinque minuti di macchina. Il personale, proprietario e un cameriere, molto simpatici e cordiali.
Tuttavia le porzioni sono un po' scarse, cosa che contrasta con quella che è la nomea della zona, dove ho sempre saputo si mangi benissimo e abbondante!
I prezzi sono un po' cari, ma nella norma, e la qualità è buona, se le porzioni fossera un pochino più abbondanti!
Il prezzo di euro 79,50 è così diviso: coperti 2 euro, due culatello euro 26, un tortello di zucca (fuori menu) 12 euro, un secondo (spalla di maiale nero) 14 euro, una minerale 2 euro, mezza bottiglia di vino 6,50 euro, due dessert 12 euro e due caffé 3 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.