Saranno tre anni che ho il bigliettino da visita d...

Recensione di del 22/11/2008

Le 2 Regioni

30 € Prezzo
8 Cucina
5 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

Saranno tre anni che ho il bigliettino da visita di questo ristorante e finalmente capita l'occasione per usarlo. Venerdì sera telefono per prenotare un tavolo per due per l'indomani. La disponibilità e la simpatia del titolare che è pure il cuoco, mi fanno piacere ma non so perchè, mi mettono sul chi va là.
Sabato sera io e lei ci avviamo e, non con poca difficoltà, troviamo il locale sito in località Modeano di Palazzolo dello Stella. A ridosso di una zona artigianale, sperduto tra strade di campagna con l'autostrada A4 che passa a pochi metri, non è un bel vedere e, scoprire dal parcheggio ampio e comodo ma deserto, che saremo gli unici commensali della serata, ci mette in agitazione.

La figlia del ristoratore ci accoglie con un gran sorriso, ci fa accomodare nell'unica sala. Semplice, spartana, con stoviglie da trattoria e datate, conta nove tavoli di cui sette per un massimo di quattro persone, e due tavoli con la possibilità di ospitarne otto. I quadri alle pareti sono "angoscianti" ma il piccolo caminetto ci scalda a dovere e non ci pensiamo.
Il ristoratore cerca un connubio enogastronomico tra la Sardegna, sua regione natale, ed il Friuli. Alla prenotazione ci eravamo comunque accordati per una cena sarda, così al momento di ordinare, scopro che non è contemplata questa possibilità. Il menu è stabilito dal padrone di casa.
Ordiniamo acqua per entrambi ed un calice di uvaggio merlot-cabernet dell'azienda Rocca Bernarda del Collio friulano per lei. Buono e forte.

Siamo piacevolmente intrattenuti dalle chiacchere del ristoratore che inizia a deliziarci con pane carrasau scaldato al forno e bagnato da olio extra vergine e sale per accompagnare un piatto di fettine di salame sardo. Sarà la fame, sarà l'informalità ma spazzoliamo ingordamente il tutto in pochissimo tempo. Buono!

Il primo consiste in ravioli fatti in casa con aggiunta di scorza d'arancia nell'impasto, ripieno di erbette e ricotta, accompagnati da un sugo al pomodoro e qualche goccia d'olio di mais piccante. Il tutto innevato dal pecorino grattuggiato. Eccezionali! Il delicato sapore della scorza d'arancia è davvero vincente per i nostri gusti, una trovata che non avevamo mai provato
e che promuoviamo.

A ruota, tra una battuta ed una spiegazione, arrivano, poggiate su dei contenitori di sughero, patate a dadini fritte in padella fatte con maestria,
asciutte, belle, saporite, uniformemente cotte.
E il piatto forte della serata, ovvero il porceddu,altrimenti detto maialino allo spiedo.
Le mie origini sono le stesse del ristoratore, il maialino lo fa anche mio padre ogni tanto ma, quello che ci viene servito è più che ottimo.
Il gusto della carne, la sua tenerezza, la bontà e la croccantezza della pelle,
sicuramente la bontà delle parti selezionate con cura per noi, ci portano a degustare avidamente e un po' troppo velocemente. Così ci sentiamo anticipatamente sazi...come maialini!

Rigorosamente a tema anche i dolci, che sono dei biscotti fatti in casa e glassati in superficie, oltre che colorati con palline di zucchero variopinte.
Rimpiango i dolcetti che faceva nonna, anche se questi non sono male.
Basta, non c'è più posto per nulla, non abbiamo l'abitudine di mangiare così tanto. Solo lei si concede un bicchierino di mirto, anch'esso di produzione casalinga, per favorire la digestione. Conversiamo tra noi per una ventina di minuti eppoi decidiamo di levar le tende. Alla cassa il conto è di 60 € tondi, 30 a testa. Ci congediamo con la promessa di tornare, dopo breve scambio di informazioni sulle cotture esistenti del maialino.
Credo che questo posto, funzioni durante i giorni feriali con pranzi per operai e simili. E' una trattoria che non dà nulla dal punto di vista estetico e formale, ma il titolare mette a disposizione un'esperienza datata e convincente. La semplicità non è mai sbagliata e se vi capita di essere da queste parti, ve lo consigliamo perchè abbiamo mangiato benissimo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.