Mercoledì sera uggioso. Per bilanciare una settima...

Recensione di del 02/03/2011

Antica Locanda del Villoresi

58 € Prezzo
10 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 58 €

Recensione

Mercoledì sera uggioso. Per bilanciare una settimana difficile, decidiamo di concederci una cenetta infrasettimanale. Tra i ristoranti con il migliore rapporto qualità/prezzo nel raggio di 20 chilometri, scorgiamo le recensioni dell’Antica Locanda del Villoresi di Nerviano: i pareri sono positivi, il menu stuzzicante, la fascia di prezzo è la nostra; si parte! Telefoniamo per prenotare un tavolo per le 20:15/20:30, nessun problema nonostante sia appena un’ora dopo.
L’indirizzo è un numero civico sulla SS 33 del Sempione e, come spesso accade in questi casi, dove il navigatore ci comunica di essere giunti a destinazione non si scorge nessun ristorante; chiediamo informazioni a un passante molto gentile e preciso e ci rimettiamo in viaggio. Si prosegue sulla statale in uscita, dopo essere passati su un ponticello ci troviamo un distributore sulla destra e poco dopo, sempre lato destro, ecco spuntare il locale.
Parcheggiamo (sono disponibili alcuni posti appena fuori dalla corte più uno spiazzo lontano pochi metri adibito a parcheggio) ed entriamo nel cortile: ci sono due ingressi di cui uno dedicato all’albergo e uno che porta invece al ristorante. Sulla porta notiamo che il locale ha riconosciuto diversi riconoscimenti Michelin.
Due ampie sale comunicanti, con numerose porte-finestre, arredate in stile rustico con dettagli liberty (lampadari e vetrate colorate). Tavoli rotondi e quadrati nella stessa proporzione, tovaglie in cotone grezzo ecru, un camino e un arco in pietra a vista completano il quadro.
Il ristorante è ben popolato, circa una ventina di persone distribuite tra i tavoli disponibili in modo da non risultare troppo vicine. L’ambiente non è affatto chiassoso e non c’è musica di sottofondo.
Veniamo fatti accomodare in un tavolino quadrato e riceviamo subito acqua e menu.

Accompagniamo la cena con un Nero d’Avola del 2006, 14,5°, cantina Cusumano.
Come antipasto io scelgo dei bignè ai funghi porcini su fonduta valdostana (tre piccoli bignè ma molto buoni) mentre mio marito piovra croccante con olive taggiasche e patate (a suo dire eccellente).
Ordiniamo anche i primi. Tagliolini zafferano, gamberi e cuori di carciofo: ingredienti deliziosi ma credo che al cuoco sia scappato un po’ il sale; ‘ntruccioli ai frutti di mare: pasta fresca molto buona e sugo abbondante e saporito. Decidiamo di attendere per i secondi, che comandiamo però poco dopo cedendo alla gola.

Io opto per una tagliata di tonno in crosta di pistacchio con purè di patate (deliziosa e, anche se dimentico di specificare il grado di cottura, mi viene portata crudissima come tanto mi piace), mio marito sceglie invece il famoso (e tanto decantato nelle recensioni che avevamo letto) fritto misto: un trionfo di totano, gamberi e ciuffi di calamaro con verdurine tagliate alla julienne (melanzane, carote e zucchine), in una frittura morbida e delicata e una porzione davvero abbondante.

Non resistiamo ai dolci, rigorosamente maison: semifreddo croccante al pistacchio, squisito, e una mezza porzione di millefoglie.
Con il caffè ci viene offerta della gradevole pasticceria mignon (cannoncini, baci di dama, brutti e buoni).
Per tutta la sera la regia della cena è affidata a un direttore di sala attento e piacevole, pronto a darci consigli e delucidazione senza mai essere invadente.
Se devo trovare una piccola pecca alla cena la individuo nella rapidità dell’avvicendarsi delle diverse portate; in particolare tra primo e secondo avrei gradito qualche minuto di pausa in più, per concedere tregua a palato e stomaco.
Il conto finale ammonta a 115 euro (3 euro il coperto, acqua offerta, antipasti e primi 10 euro l’uno, 18 euro l’uno i secondi, 7 euro il dessert intero e 4 la mezza porzione, 2 euro il caffè, 20 euro, in origine 24, il vino), decisamente adeguati per le portate gustate.
Un posto che non mancheremo di frequentare assiduamente!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.