Recensione di del 03/03/2019

Umberto

40 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Il Ristorante-Pizzeria da Umberto si trova in via Filangieri in pieno centro di Napoli. Città caotica e al tempo stesso affascinante; che avevo finora vista solo di passaggio. Passaggi molto veloci e certamente non sufficienti a farmi conoscere ed apprezzare il capoluogo partenopeo.

In questa occasione, invece, ho avuto la possibilità di trascorrervi tre giorni pieni, pieni anche di sole.

Sempre convinto che molte delle caratteristiche di un luogo, si capiscono meglio anche grazie alla Cucina, alla Cucina… mi sono dedicato abbastanza.

E Umberto direi che è stato il luogo che più mi ha soddisfatto.

Forse grazie ad una doppia visita: questa in qualità di Ristorante; ed una successiva per assaggiare anche la loro Pizza. E qui apro la parentesi dicendo che la loro Pizza, una semplice ma buona Margherita, è stata l’ unica che mi ha soddisfatto. A fronte di altre tre, meno convincenti, mangiate durante la mia breve vacanza in Campania.

Tornando alla mia cena, ho ordinato come antipasto il Tortino di Alici “ammollicate” con origano, rosmarino, timo e prezzemolo.

Un buon inizio anche se mi aspettavo un gusto più deciso e forte. In ogni caso una preparazione originale e gradita.

Come piatto principale, ho ordinato il Baccalà alla napoletana; con pomodori del piennolo del Vesuvio e cipolla ramata. E qui il livello si è alzato con il baccalà della giusta, per i miei gusti, consistenza. La passatina di pomodori e cipolla delicata e con un ottimo gusto: un connubio riuscito e di mio completo gradimento.

Graditissime anche le verdure saltate composto da “Torzelli e Friarelli”. Entrambi molto saporiti e, i primi, a me sconosciuti. Torzelli che un po’ ricordavano le cime di rapa pur essendo della famiglia dell’ indivia. Un contorno che per dimensioni e consistenza, si poteva considerare quasi un secondo piatto.

Soddisfatto in primis della qualità della mia piacevole cena e in secundis delle porzioni, ho solamente assaggiato il Tartufo Artigianale Gay Odin Fondente preso da mia moglie.

Molto/molto buono; Gay Odin è una pasticceria storica di Napoli che si dedica in particolare ai prodotti a base di cioccolato.

Tavolette di vari gusti e formati che ho nei giorni successivi acquistato con piacere.

Da una avveniristica carta dei vini su tablet, vedi foto, ho ordinato una bottiglia di Aglianico “Terre Cerase Rosè” della Cantina Villa Matilde 2017. Un po’ perché avevo voglia di Rosè, stranamente, e un po’ perché ultimamente l’ Aglianico mi acchiappa.

Perchè non lo so! Ma forse è dovuto a quello bevuto l’estate scorsa, Titolo di Elena Fucci, che mi è piaciuto moltissimo.

Questo devo dire che era così leggero, e a mia moglie è piaciuto molto, che sembrava quasi annacquato: ovviamente esagero. Comunque fresco e piacevole; da assaggiare una volta.

Conto finale di 79.5 euro che portano ad un Q/P normale; pur se a Napoli i prezzi degli alimenti sono generalmente più bassi che al nord. Ma qui siamo in un ristorante centenario,,storico e famoso; dove sono passati molti personaggi famosi. Come testimoniano le numerose foto alle pareti. Quelle con Robert Kennedy e Anthony Quinn però mi sono sfuggite. Con un effetto che ricorda la famosa pizzeria Santa Lucia di Milano, a me molto cara per ricordi di infanzia.

Concludendo una bella cena con un buon servizio in un locale non comune. Da ritornarci ancora.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.