Si dice che al giorno d'oggi le famiglie si riunis...

Recensione di del 21/05/2005

Trattoria Basiano

29 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 29 €

Recensione

Si dice che al giorno d'oggi le famiglie si riuniscano più che altro davanti al desco: niente di più vero. Infatti, in uno dei rari appuntamenti con i parenti più stretti, abbiamo passato un sabato a pranzo in questa Trattoria, scoperta un po’ per caso, vicina per ubicazione alla più famosa e celebre Cascina Caremma, quindi vicino ad Abbiategrasso.

Parcheggiare è molto semplice, d'altronde siamo in campagna. Una volta entrati ci si trova in una tipica osteria del milanese, con l'ingresso bar che fa da anticamera ai due locali interni e al giardino esterno, nel quale si può pranzare e cenare nei mesi estivi.

La Trattoria Basiano è un locale a gestione familiare, nel quale si alternano a servire i figli e presumibilmente i nipoti del proprietario, attento invece a intrattenere i clienti continuando a girare tra i tavoli, per assicurarsi il giusto andamento del pasto.

Appena arrivati (siamo in quattro), ci fanno accomodare in uno dei due locali: il nostro tavolo è ben distanziato dagli altri, il soffitto è molto alto, l'ambiente luminoso e per niente rumoroso. In tono con la giornata di ozio, tutto sembra molto caldo.
Diamo una rapida scorsa al menù, che presenta portate di terra, tipicamente lombarde e non, oltre che piatti di mare, curiosamente (per la posizione del Ristorante) non surgelato.

Pur essendo amanti del pesce, decidiamo per la carne. Accompagneremo il pasto con una bottiglia di Bonarda a produzione propria: non male, anche se un po’ grezzo per i miei gusti. I miei tre familiari optano per un antipasto misto: come nella migliore delle tradizioni milanesi, arrivano in un batter d'occhio cipolline in agrodolce, funghi sott'olio, peperoni grigliati, affettati (salami a produzione propria, lardo, prosciutto crudo) e l'immancabile salamino cotto. A guarnire il tutto, un assaggio generoso di insalata russa. Io scelgo invece un piatto di bresaola: me ne arriva una bella porzione, saranno una dozzina di fette, seguite da rucola e scaglie di grana.

Alla bresaola faccio seguire un piatto di risotto con le rane: al tavolo ne ordiniamo due, oltre a dei maccheroncini al sugo di quaglia e a un tagliolino con ragout di cinghiale. I maccheroncini e i tagliolini, anche se forse un po’ pesanti, specialmente per la stagione, sono al dente e gustosissimi. Delicati invece i risotti con le rane: le porzioni sempre di tutto rispetto.

Io, ormai sazio da antipasti e primo, scelgo un misto di verdure alla griglia per concludere il pranzo, mentre al tavolo vengono ordinate anche due porzioni di anatra all'arancia e dei medaglioni di agnello con le erbe provenzali. L'anatra è soda, cotta al punto giusto, anche se personalmente non amo il connubio con l'arancia; i medaglioni invece sono saporitissimi, da consigliare.

Concludo con l'altrettanto immancabile sorbetto al limone, mentre la mia golosa compagnia sceglie una porzione di torta bavarese, una sbrisolona, e un soufflè al cioccolato con zucchero a velo.

Concludiamo con quattro caffé, spendendo a testa 29 euro (116 euro totali). L'atmosfera tranquilla fanno di questo ristorante la location perfetta per fare quattro chiacchiere in famiglia, senza cercare per una volta la presunzione dell'alta cucina e il servizio assillante.

Ci torneremo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.