Scegliamo questo piccolo ristorante su consiglio d...

Recensione di del 16/05/2012

La Scarpetta

40 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Scegliamo questo piccolo ristorante su consiglio di amici per festeggiare un compleanno. Il locale si trova in una zona con scarsissime possibilità di trovare parcheggio (via Bergamo) e offre una cucina del territorio con un tocco di creatività.
Fortunatamente abbiamo prenotato nonostante fossimo soltanto in due di mercoledì sera perchè il ristorante era quasi al completo! La location è accogliente, bianco e argento i colori dominanti, i tavoli apparecchiati con semplicità con un tocco di eleganza. Il menu, sia scritto che spiegato dettagliatamente a voce dal proprietario, presenta quattro antipasti, quattro primi, quattro secondi e quattro dolci che variano a seconda della stagione.

Antipasto (circa 10-11 euro): fiori di zucca con ricotta e oliva taggiasche con coulis di peperoni. Cucinati al forno e non fritti, con un morbido ripieno che si scoglieva in bocca e che si sposava benissimo con la crema ai peperoni
Tartare di fassone con olio, sale pepe e senape di Digione: ottima carne, peccato che il taglio un po’ troppo spesso non fosse completamente di nostro gradimento in quanto preferiamo una battuta più fine.
Dopo breve arrivano i primi (da 10 a 13 euro): riso carnaroli mantecato con ricotta di pecora e catalogna e tagliatelle con nero di seppia con vongole veraci, pomodorini e origano fresco. Risotto buonissimo, cottura perfetta, cremosissimo grazie all'abbondanza della ricotta quindi di mio gradimento anche se si avvertiva solo in minima parte il sapore amarognolo della catalogna. Tagliatelle anch'esse gustose, per nulla unte, e con uno spiccato profumino di "mare"anche se con una pasta forse leggermente cedevole.

Eccoci arrivati ai dolci (5 euro), anche questi raccontati con passione dal proprietario: tortino al cioccolato con cuore fondente e gelato e creme brulé ai pistacchi.
Il tortino fa sempre la sua bellissima figura e questo aveva un ripieno particolarmente ricco. La creme brulé anch'essa buona ma nulla di speciale. Servizio attento e cordiale, cestino del pane consistente in vari panetti di diversi gusti e riempito ogni qual volta si svuotava, musica di sottofondo piacevole. La carta dei vini purtroppo è un po’ scarna, ma il proprietario ci ha spiegato che si tratta di una sua precisa scelta. Abbiamo bevuto un Sangiovese toscano del 2009, piacevole ma sicuramente non una bottiglia da ricordare.
Abbiamo pagato 80 euro in due con acqua e vino compreso, ben spesi per un locale accogliente ed intimo come questo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.