Serata di nebbia fitta in Val Padana e noi, incura...

Recensione di del 04/12/2011

Antica Trattoria da Cattivelli

49 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 49 €

Recensione

Serata di nebbia fitta in Val Padana e noi, incuranti del pericolo, ci rechiamo a Monticelli d’Ongina a cenare all’Antica Trattoria Cattivelli, dove il denso nebbione sembra essere re.
Poco o nulla possiamo dire dell’ambiente circostante il ristorante, infatti, la bruma invernale riduce la visibilità a pochissimi metri. Raggiungiamo comunque il locale sani e salvi e vi parcheggiamo comodamente dinanzi.

Varcata la soglia, ci viene incontro uno dei due titolari, che verificata la prenotazione ci accompagna al tavolo a noi assegnato in una saletta raccolta a lato della principale sala da pranzo, non utilizzata in questa serata evidentemente tranquilla.
La sala è curata, pulita ed ordinata, ma nel complesso l’atmosfera risulta essere un po’ troppo fredda ed asettica; mancano quei pochi complementi d’arredo, anche solo qualche oggetto giustamente posizionato, che potrebbero di fatto rendere l’ambiente più accogliente.
Curata e semplice la tavola: coprimacchia bianco su tovaglia rossa, posateria in acciaio ben lucidato e bicchiere per l’acqua colorato.

Seduti, ci è chiesta la preferenza sull’acqua e porte le carte.
Il menù è vario con molti piatti legati al territorio e alla stagionalità delle materie prime; ben fornita e dai ricarichi veramente onesti la carta dei vini, dalla quale scelgo un ottimo Champagne: Larmadier-Bernier Blanc de Blanc. Nel bicchiere abito giallo paglierino e finissimo perlage, al naso eleganti sentori lattici e di lievito maturo, in bocca pieno, molto legato ed armonioso, con una gradevole nota acidula. Un ottimo abbinamento per la godereccia cena che ci accingiamo a delibare.
A comanda effettuata è portato il cesto dei pani, leggermente stantii, rimarrà l’unica nota negativa della serata.

La cena si apre con il culatello stagionato della casa accompagnato dalla giardiniera. Ottimo il pregiato salume, uno dei migliori da me assaggiati quest’anno, degne di nota anche le verdure d’accompagnamento. Alla fine della serata questo culatello sarà motivo di un’interessante discussione con uno dei due titolari.
Proseguo con i tradizionalissimi pisarei e fasò, piatto semplice ma ben eseguito, con la pasta ben cotta che affoga nel caratteristico denso sugo di fagioli.
Ora è il momento di un altro "must" della zona: le acquadelle in frittura. Goloso e croccante come delle patatine fritte, ben fatte s’intende, il pesciolino fritto aiuta ad asciugare le ultime gocce di Champagne, nelle quali trova uno sposo gaudente.

Caffè ed onoriamo il conto onestissimo di 98 €, di cui 40 € per la cantina, e suddiviso in un antipasto, due primi, un secondo, dolce, due bottiglie d’acqua, due caffè, pane e coperto.
Il servizio è cortese, professionale e mai invadente: ogni nostra richiesta è stata accolta con gentilezza ed esaudita in breve tempo.
La cucina, solida e collaudata con materie prime scelte con attenzione prevalentemente nel ricco territorio circostante.

Matteo F. e Patrizia L.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.