L’agriturismo Cascina Casarigo si trova sui colli ...

Recensione di del 02/07/2011

Cascina Casarigo

35 € Prezzo
4 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

L’agriturismo Cascina Casarigo si trova sui colli della Val Curone, si accede da una stradina stretta e molto ripida, con qualche difficoltà si arriva al parcheggio della cascina. L’agriturismo domina la vallata di Montevecchia, fatta di grandi vigneti che la proprietà gestisce, imbottigliando per il consumo nella azienda agrituristica e la vendita al dettaglio. La vista è molto suggestiva peccato che i tavoli all’aperto siano al completo, e dobbiamo accomodarci nelle sale interne dell’agriturismo.
Decidiamo di fare il menu proposto dall’agriturismo, come vino ordiniamo un Nustranel rosso prodotto dall’agriturismo, veramente senza sapore al prezzo nemmeno modico di 11 euro, se ripenso al lambrusco da 5 euro mi viene da piangere.
Si comincia con un antipasto alla brianzola senza vassoi o taglieri, già impiattato l’antipasto è composto da salame nostrano, pancetta steccata, mortadella di fegato brianzola, mousse di formaggino di Montevecchia alle erbette sopra un piccolo cracker, e delle verdurine al balsamico. In un piattino ci viene portato il caprino stagionato di Montevecchia al miele di castagno. Discretà la qualità dei salumi, mentre le verdurine non sono buone, "devastante" il caprino stagionato che nemmeno il miele di castagno riesce a addolcire: risulta troppo forte.

Risotto mantecato al parmigiano con rosmarino di Montevecchia: anche qui non pretendo un risotto "stile Marchesi", ma almeno la giusta cottura del riso che è ancora duretto avrebbe bisogno di almeno due o tre minuti di cottura in più, non malvagia l’idea di abbinarlo al rosmarino, ma nel complesso non mi convince.

Agnolotti di pasta fresca ripieni con radicchio e speck in salsa di noci: agnolotti di chiara matrice industriale, a mio parere, il ripieno risulta troppo asciutto e stopposo, forte l’affumicatura dello speck che copre gli altri sapori, salsa di noci inesistente; gli agnolotti risultano molto asciutti. Nemmeno questo piatto mi convince.

Arrosto di vitello al forno agli aromi e patate al forno: carne molto grassa trattandosi di un arrotolato di vitello, poco saporito senza infamia e senza lode, buone le patate che lo accompagnano. Sufficiente.
Spiedino di pollo e salamella alla piastra: discreta la salamella, male lo spiedino che risulta molto amaro per le bruciature della piastra.

Decliniamo il dolce,e chiudiamo con due amari di loro produzione.
Qualità/prezzo insufficiente perché 11 euro per un vino tale è senza senso, cucina a mio parere rivedibile, chiaro che quando si punta a molti coperti la qualità ne risente, però rispetto ad agriturismi da me provati e speso anche meno il raffronto non regge proprio. Prezzo a persona 35 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.