Incuriositi da questo locale che si è trasferito d...

Recensione di del 02/06/2012

Osteria del Bastian Cuntrari

28 € Prezzo
6 Cucina
5 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Incuriositi da questo locale che si è trasferito da poco tempo nel pavese, decidiamo di passare il nostro sabato sera prenotando un tavolo.
Con qualche minuto di anticipo rispetto a quanto stabilito arriviamo al ristorante situato ai piedi delle colline di Santa Maria della Versa nel comune di Montescano.
Appena entrati veniamo accolti da una signora che ci fa subito accomodare al nostro tavolo, passando per un corridoio di vetrate si arriva in una sala piuttosto grande dove spiccano alcune bottiglie di vino sistemate su alcuni ripiani, le pareti di colore bianco gli conferiscono un tocco sobrio e pulito.
Il tavolo apparecchiato con tovaglia bianca e, ahimè, tovaglioli di carta, si trova vicino alla porta della cucina dalla quale arriva un forte odore di fritto.
Ci viene proposto il menù e la carta dei vini che consiste in alcuni fogli di carta consegnati in "ordine sparso".
Come prima portata decidiamo per un antipasto della "via del sale" per due persone: salame nostrano, buono e di stagionatura media, culatello e pancetta, lardo con melata, anch'essi molto buoni ,bresaola con rucola che invece risulta molto salata e cosparsa con troppo olio, per finire un piatto di cozze tutto sommato discrete ma abbondantamente condite con olio e aglio.
Come vino optiamo per un Buttafuoco Conte di Vistarino del 2011, l'etichetta recitava: "servire ad una temperatura tra i 14 e i 16 gradi", purtoppo doveva essere stato appoggiato vicino a qualche stufa o forno perchè la bottiglia era veramante calda e quindi non riuscirei a dare una vera idea di come poteva essere la qualità del suddetto.
Passiamo ai primi: fiocchi di pere e formaggio in salsa di noci, abbastanza buoni anche se molto conditi e sempre con molto aglio, per la mia consorte trenette del pescatore ,la portata è veramente abbondante, così decido di assaggiarne un po' e mi accorgo che la pasta è insipida e i crostacei sono praticamente crudi.
Decidiamo così di passare direttamente ai dolci e scegliamo una mousse di cioccolato che devo dire risulta molto buona anche se un po' sforzosa.
Per finire il più classico dei caffè.
Che dire? La qualità dei cibi non era poi così male, peccato per il servizio che lascia a desiderare in quanto la cameriera parla a stento l'italiano e quindi risulta difficile relazionarsi anche per chiedere semplici informazioni sul menu, inoltre contrattempi nel servizio, per non parlare dei bambini che correvano avanti e indietro per la cucina e questo forte odore di fritto che come già descritto pervade la sala.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.