In questa calda estate siciliana scappiamo dal cao...

Recensione di del 30/08/2011

Le Magnolie

42 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

In questa calda estate siciliana scappiamo dal caos di Modica-centro per dirigerci verso la contrada di Frigintini, distante circa 8 chilometri. Arriviamo sul posto e troviamo subito il ristorante situato in un edificio una volta adibito a oleificio. Abbiamo prenotato ma forse è un po' presto per gli standard locali, in ogni caso i gestori prontamente si alzano dal loro tavolo e ci accolgono con grande gentilezza, facendoci accomodare in veranda, dove sono apparecchiati molti tavoli. Il locale è anche pizzeria e si riempirà ben presto.

Noi abbiamo voglia di assaggiare specialità locali e la nostra curiosità è subito risvegliata da una carta davvero accattivante con proposte originali. C'è solo l'imbarazzo della scelta, siamo affamatissimi e riteniamo che un antipasto sia l'ideale per iniziale la serata. Mio marito decide di prendere la trilogia di prosciutti, per me una tavolozza di mare. Portano il pane, il solito pane di semola di grano duro di queste parti, l'acqua e del vino locale sfuso che cambieremo subito però, perchè non gradito, scegliendo dell'ottimo Catarratto di Planeta che ci verrà portato in glacette, come si conviene.
Non siamo ancora abituati alle grandi dimensioni dei piatti che servono da queste parti, per cui quando arrivano i nostri antipasti ci guardiamo e ci diciamo con lo sguardo che sarà dura consumare anche il primo e i secondi che, incautamente, abbiamo ordinato...

La trilogia di prosciutti è composta da prosciutto di maialino nero, lonzino al rosmarino, fesa di maiale alle erbette aromatiche. Tutto buono anche se i sapori non differiscono molto l'uno dall'altro. Piatto abbondante e ben presentato.
La mia tavolozza è sontuosa, c'è di tutto: gamberetti e melone, scacce con pesce spada, pesce alla stimpirata, arance e finocchi, arancini con ripieno di pesce e tante altre cose ancora.

Per fortuna abbiamo preso solo un primo in due, ero troppo curiosa di assaggiare questi gnocchi di grano cuturro (una varietà locale) alle alici, melanzane, uvetta e pinoli. Dividono il piatto in due e scopriamo con sorpresa che ogni porzione prevede ben sei gnocchi (di dimensioni come quelli alla romana) a testa!

Iniziamo a boccheggiare, ma ci aspetta il secondo.
Roberto ha scelto il maialino nero dei Nebrodi ripieno di formaggio ragusano e pomodori secchi impanato con il famoso grano cuturro di prima. Per me un fritto misto di verdure e pesce. All'arrivo dei piatti in tavola impallidiamo, sappiamo già che non sarà possibile ingurgitare tutto quel ben di Dio.
Il maialino consiste in due grandi medaglioni di filetto, spessi e molto ripieni, con contorno di finocchi e arance.
Il mio fritto di gamberi, calamari, zucchine, melanzane, carote e cipolle, benché continui a mangiarne, sembra non diminuire mai....
E' tutto buono, ma ci vediamo costretti a lanciare la spugna e lo facciamo con rammarico, cercando di convincere la gentile signora che andava tutto benissimo tranne le nostre pance, ormai al limite della capienza.

A questo punto possiamo ordinare solo il nostro consueto limoncello e chiedere il conto che sarà di euro 84,50, comprensivo anche di una bottiglia di acqua minerale. La signora alla fine ci regalerà anche una bottiglietta di olio fatto da loro. E' un posto piacevole, i gestori sono molto gentili e si possono mangiare specialità inconsuete.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.