Dopo alcuni anni in cui avevamo già provato questo...

Recensione di del 09/08/2010

Mse Tutta

70 € Prezzo
10 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 70 €

Recensione

Dopo alcuni anni in cui avevamo già provato questo ristorante, abbiamo deciso di tornare per gustare quella che, a detta di molti (compreso me stesso) é la migliore location in provincia di Savona per gustare cucina di alta classe.
Arriviamo in questo meraviglioso convento, al quale si accede attraverso un ampio cortile in ghiaia, una sera d'estate e l'atmosfera è delle più suggestive. Per entrare si suona ad un citofono situato nel portone d'ingresso e il titolare del ristorante è li che ci aspetta al varco della sala per accoglierci.
E' un lunedì sera, arriviamo verso le otto e mezza e notiamo come in quel momento il locale sia completamente vuoto e gli unici clienti siamo noi. Certo, rimango un po' spiazzato ricordando una cena di Natale di alcuni anni fa in cui la sala era gremita, ma è una sera di inizio settimana e sentirsi "gli unici privilegiati" ci fa sentire comunque bene.
Veniamo fatti accomodare in una sala completamente affrescata dai toni scuri ma dall'atmosfera carica di passato e la musica da camera in filodiffusione aiuta ad immergersi nell'ambiente.
Il menu è alla carta e si può effettuare per ogni portata una scelta fra tre proposte possibili. Noto che a differenza del passato, sul menu viene riportato il prezzo di ogni portata.

Prima di iniziare ci viene offerto un appetizer di panissa con acciughe e erbette aromatiche condito con olio di oliva, delizioso. Il tutto accompagnato da un flûte di champagne ottimo.

Iniziamo le danze: come antipasti io e la mia compagna scegliamo le seguenti portate.
Tartara di fassone battuta al coltello: straordinario l'accostamendo di sapori proposto.
Toma di pecorino con grana e timo: veramente eccezionale, la toma si "scioglie in bocca" e il sapore è allo stesso tempo deciso e delicato, frutto di una sapiente arte culinaria.

Primi.
Raviolini di gallina con bacche di ginepro: cottura perfetta, porzione anche abbondante di questi raviolini vistosamente fatti in casa.
Gratin di gnocchi alla toma: veramente superlativi, mai assaggiato nulla di così buono.

Secondi.
Petto d'anatra Canette all'uva: anche questa portata è un trionfo di sapori.

Prima dei dolci scelti ci vengono portati dei pre-dessert composti da piccola pasticceria, una gelatina di maracuja, una mousse di mandorla e limone e uno squisito caffè con panna fresca.
I dolci.
Semifreddo alla lavanda con caramello e Tortino alla gianduia e crema pasticcera: niente da dire, una degna conclusione di un pasto eccezionale.
Per finire due caffè rigorosamente fatti con la moka. Il pranzo è stato accompagnato da un buon Ormeasco del 2009.
Il conto alla fine presentava 70 euro a persona, sicuramente non un prezzo a buon mercato ma considerando il fatto che abbiamo preso entrambi tutte le portate possibili e ad una qualità sublime, ci sta tutto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.