Pizzeria e anche un po' ristorante, situata in una...

Recensione di del 06/04/2006

Vecchia Napoli - da Rino

12 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 12 €

Recensione

Pizzeria e anche un po' ristorante, situata in una traversa di via Padova. La zona non è elegante nè comoda per il parcheggio.
Il locale si fa notare per le numerose vetrine che danno sulla strada, anche se da queste non si intravede nulla.

Il ristorante consta di 3 ampie sale ed un ingresso dove sono situati il forno a legna e un piccolo bancone buffet semivuoto con alcune proposte fredde (carciofi, melanzane grigliate, ecc.).
La prima impressione non è delle migliori, poichè ci accorgiamo subito che sia i camerieri sia il pizzaiolo sono di origine indiana.

L'ambiente è spartano, soffitto in legno, pareti decorate con piastrelle finta-pietra e numerosi quadri alle pareti, molti dei quali citano i fasti del titolare Rino, che in passato ha vinto numerosi premi per le sue pizze.
Ma dov'è Rino ora?

Ci fanno accomodare. I tavoli sono molto ravvicinati, apparecchiati con tovaglie verdi e posate e bicchieri da osteria (D'altronde siamo alla 'Vecchia Napoli'..).

Il menu offre una scelta tra una ventina di pizze, una decina di primi e altrettanti secondi.
Il ristorante propone piatti della tradizione (più lombarda, che partenopea comunque), ma nulla di particolarmente accattivante. Scegliamo pertanto di buttarci sulle pizze, motivo principale della nostra visita.
Ordiniamo un Calzone Liscio e una Pizza del Sud.

Il Calzone è eseguito con pasta non troppo sottile, soffice, ben cotta. Il ripieno di pomodoro, ricotta, mozzarella e prosciutto cotto è abbondante e realizzato con materie prime di qualità. Ottima la ricotta, compatta, per nulla acquosa e saporita come le buone ricotte del sud.
Ottimo anche l'olio, denso e corposo usato.
La pizza del Sud invece è realizzata sulla base della pizza margherita, ma guarnita con ottime melanzane infarinate e fritte (si sciolgono in bocca e non sono per niente unte), una grattuggiata di formaggio grana e basilico in foglie.

Abbiamo bevuto una coca cola e una mezza naturale.
Niente dolci poichè industriali. Concludiamo con due buoni caffè.

In cassa vediamo comparire il mitico Rino, un omone canuto la cui forma fisica tradisce l'amore per il cibo.

Il conto recita 23.50 euro; un prezzo nella media per due pizze, due bibite e due caffè. Forse due euro di coperto, visto che è mezzogiorno, che l'ambiente è quello che è e il servizio pure, sono un po' tanti.

Concludendo:
Ambiente da sufficienza scarsa.
Pizza a mio parere buona e preparata con ottime materie prime. Menu del ristorante molto deludente.
Servizio da pizzeria, educato, ma nulla di più.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.