Buone materie prime per menù standard

Recensione di del 18/07/2017

San Glicerio 1 (Via A. Nota)

60 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 60 €

Recensione

Pranzo con tempi ristretti in zona nord, il caldo chiama del pesce e si decide per il San Glicerio Uno, il precursore del San Glicerio 2 e del Ristorante Arcieri, tutti in zona tutti dei Fratelli Arcieri.

Ambiente familiare, molto luminoso, pareti dai tono chiari arredato con fotografie dei giochi anni 60.

Poco tempo per scegliere, andiamo sui consigli della signorina che ci segue ed accettiamo la proposta di un antipastino e di un rombo al forno da dividere.

Carta dei vini molto essenziale, comunque con buone scelte di bianchi uniformemente distribuiti geograficamente e di case affidabili, ricarichi lievemente sotto la media milanese. SI vede un Nozze d’Oro e si punta diretti a questo; con Tasca d’Almerita si va sempre sul sicuro.

Soita apertura con delle bruschette con un pomodoro fresco e saportito su un pane forse un accenno troppo duro.

Parte poi il cosiddetto “antipastino”, uso le virgolette perché quello che pensavamo fosse un bel’antipastino “abbondante” in realtà erano solo i primi piatti della sequenza.

Il piatto di crudo prevede del salmone marinato, mlto saporito, del pesce spada ed una buonissima tartare dal colore scuro, mischiata a soncino capperi ed accuighe, estremamente saporita.

Si passa poi al cotto: polipo, gamberi, seppia, pesce sottile, il tutto mischiato a finocchi e pomoodori. Cottura perfetta come morbidezza, qualcuno ( il pesce ) molto più saporito di altri ( le seppie ), non complesso positivo.

Come detto, non è finita, arrivano le cruditee : coppa di ghiaccio con gamberi, scampi, ostriche, capelunghe, fasolari, vongole, muric ( ruvidi ma buoni, la prima volta che li mangiavo crudi ) ed altr ancora. Ben realizzato e sicuramente con ottimi ingredienti.

E si continua con il gratinato, una capasanta, delle cieche, un filetto di pesce infilzato sullo stecchino. Buoni, ben cucinati.

Saremmo pure sazi ma deve arrivare i Rombo, che più che un Rombo è un ottagono da tanto sono grosse le porzioni. Direi all’acqua pazza con il pomodoro. Carne morbida e saporita, non magrissima, tante liscone da cui staccarla. Di sostegno delle patate al forno piacevoli in bocca.

Caffè doppio per tutti, di accompagnamento delle golose Nocciole ricoperte di cioccolato che sono sempre un piacere.

Conto finale, dopo lo sconto, 60 Euro a testa, giustificato dalla quantità smisurata di cibo portata e consumata. Da tornarci verificando magari preventivamente il concetto di “antipastino” in modo da evitare l’abbuffata non preventivata.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.