Avevamo deciso di provare la pizzeria “Piccola Isc...

Recensione di del 13/07/2007

Piccola Ischia (Via G.B. Morgagni)

11 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 11 €

Recensione

Avevamo deciso di provare la pizzeria “Piccola Ischia”, in zona Loreto, di cui abbiamo letto una recensione su ilmangione.it. Durante il viaggio incappiamo in un’altra pizzeria con lo stesso nome, in viale Umbria.
Scopriamo così che ci sono tre locali con questo nome, gestite dallo stesso proprietario.
Ci sono alcuni tavolini all’esterno che danno su viale Umbria, ma le zanzare e il traffico ci fanno optare per la cena all’interno. E’ venerdì e sono circa le 21, troviamo uno degli ultimi tavolini liberi.
Il locale è piccolo, tavoli piccoli e vicini. Sulle pareti è dipinto un paesaggio di Ischia e sono appene reti da pesca con deliziosi pesciolini di ceramica.
La vicinanza dei tavoli rende poco discreto ma molto “friendly” il locale: mi viene naturale di chiedere un consiglio ai miei vicini, lo stesso fa l’occupante di un tavolo vicino con me.
I tavoli non hanno tovaglia ma tovagliette di carta, sono apparecchiati con solo un tovagliolo di carta bianca piegato in due, coltello e forchetta.

Mentre ci accomodiamo ci passa davanti un piattone pieno di delizie fritte e decidiamo che dobbiamo provarle.
Il cameriere, un po’ di fretta e sudaticcio, ci lascia al tavolo penna e foglio per la comanda, decidiamo di partire con una porzione di mozzarella fritta che divideremo, per poi passare a due pizze.
Notiamo che per quasi tutte le pizze è possibile richiedere la dimensione, scegliendo tra piccola, media e grande. La piccola è l’ideale per bambini e per piccoli appetiti, quella grande è degna di stomaconi come i nostri. Decidiamo di ordinare una pizza con prosciutto e funghi e un’altra margherita con ricotta.
Una birra media e mezza acqua gasata per accompagnare il tutto.
Vado alla toilette a lavarmi le mani. Le condizioni dei servizi igienici sono accettabili.
Il tempo di lavarmi le mani e al mio ritorno e sono già arrivate birra e acqua: purtroppo la birra è sgasata e in ogni caso non sarebbe un granchè; il vantaggio è che costa poco.

Arriva velocamente anche la mozzarella fritta. Sono due fette di mozzarella ricoperte da una fragrante panatura di circa uno-due millimetri. Calda e filante. Molto buona. Divoriamo il nostro pezzo. Poi guardiamo con sguardi invidiosi i piatti dei tavoli vicini, in cui ci sono montagne di arancini di riso e di fiori di zucca fritti. Per provarli dovremo aspettare la prossima visita.

Le pizze arrivano dopo una breve attesa, sono molto grandi, con un bordo irregolare e molto più alto di quello a cui siamo abituati a Milano. La pasta è soffice e leggermente elastica. Le pizze sono ben farcite, quella con prosciutto e funghi è ricca, per l’altra pare che la ricotta sia stata aggiunta dopo la cottura (piccola accortezza che dà un buon risultato in termini di cremosità e ne esalta la freschezza). La mozzarella è molto buona. Nelle nostre pizze non c’è acqua rilasciata dalla mozzarella durante la cottura; vedo che c’è però in alcune pizze che vedo girare, forse si tratta di pizze fatte con una “mozzarella meridionale” che avevo visto come ingredienti di alcune pizze sul menu.
Sono molto buone, ma non riusciamo a svuotare i piatti, sono veramente troppo grosse. Mia nonna avrebbe detto “pusè grand l’occ del bocc” (più grande l’occhio dello stomaco).

Nel frattempo il locale si è riempito completamente e c’è gente che attende per un posto.
Appena terminata la nostra cena ci rendiamo conto che il rumore è veramente alto e fastidioso.
Ci avviciniamo alla cassa per pagare; una signora orientale gentile e sorridente ci fa un conto di 22 euro per due coperti, una porzione di mozzarella fritta, una birra media, mezzo litro d’acqua e due pizze farcite grandi. Un buonissimo rapporto tra qualità e prezzo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.