"Che brutta sorpresa". Diciamo che il pensiero app...

Recensione di del 23/12/2010

Pane e Salame (Via V. Monti)

51 € Prezzo
4 Cucina
4 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 51 €

Recensione

"Che brutta sorpresa". Diciamo che il pensiero appena uscito dal locale è stato proprio questo, ma forse è meglio che vi spieghi meglio.
Una delle mie prime recensioni fu proprio "Pane e Salame", quello di via Monti ed il mio entusiasmo era alle stelle: ottima cucina casalinga con un servizio non impeccabile ma cordiale e familiare (proprio come si trova nelle trattorie di provincia) e tutto questo in centro a Milano. Cosa volevo di più?
Insisto quindi per portare i colleghi a fare la bicchierata di Natale ed insisto un bel po' visto che di solito non organizzo io.
Appena entrati mi accorgo che l'ambiente pur essendo immutato è molto più freddo ed impersonale nonchè assordante dal vociare dei commensali; avranno già deciso di assumere una posa da catena?
Ci portano il menu e un bravo ragazzo, forse un po' imbarazzato per l'occasione, ci declama tutte le cose che mancano e non ne menziona neanche una fuori carta. Strano davvero; purtroppo la stessa sorte l'abbiamo con la lista dei vini infatti (ammetto possa essere una coincidenza o frutto della sfortuna) per ben due volte ci viene negata la nostra scelta in quanto esaurita; inoltre, non è più totalmente piacentina come era in principio.

Partiamo quindi un po' malino ma fiducioso che il cibo possa risollevare le sorti della cena; ordiniamo quindi in modo molto semplice salume e gnocco fritto per tutti, di primo pisarei e fasò e tortelli; per i secondi aspettiamo un po' visto che di solito le porzioni sono molto generose.
Arriva a breve il gnocco fritto che iniziamo a mangiare vista la fame ma ancora non si vedono i salumi; dopo qualche minuto ecco fare capolino dalla cucina il nostro vassoio di salumi e qui la prima sorpresa.
Neanche l'ombra del famoso e buonissimo culatello che avevo assaggiato in precedenza, nemmeno lo strolghino e la qualità dei salumi è decisamente da "supermercato"; la coppa è freschissima e salata, il salame gommoso e la pancetta sudata ed un po' ingrigita non fa certo una bella figura. Chiedo spiegazioni e mi dicono che se vogliamo "anche" il culatello lo possiamo ordinare a parte perciò lo facciamo e mentre lo aspettiamo riordiniamo anche il gnocco fritto. Ci arriva freddo secco e molto unto, non sicuramente fritto al momento. Il culatello è un'altra delusione; ovvero ci spacciano per culatello della culaccia e quando provo a spiegare al cameriere che il culatello ha un blocco di grasso proprio al centro della fetta mentre la culaccia ha il grasso solo lateralmente capisco che purtroppo non è neanche colpa sua e quindi decido di lasciar perdere.

Arrivano i primi ed il nostro apetito aumenta invece che diminuire; purtroppo però le brutte soprese non finiscono.
I pisarei si dividono in durissimi e stracotti, tutti nello stesso piatto. Non so cosa pensare se non che si siano mescolati nella padella pisarei vecchi e nuovi. Il sugo manca delle cotiche ed il sapore è "neutro" e solo con del grana grattugiato riesco a insaporire un po' ma non è quello che volevo.
I tortelli sono molto duri ed il ripieno discreto ma la tradizionale forma a caramella o treccia è sparita chissà dove.

Decidiamo quindi di fermarci qui e non prendere altro, chiedono se vogliamo il caffè e dopo poco ci "offrono" un limoncino o qualcos'altro che poi ci troviamo sul conto: questa cosa proprio non la capisco.
Il tutto ci costa 310 € in sei, con due bottiglie di Gutturnio e senza secondo. Indubbiamente il prezzo dello "pseudo" culatello ha inciso tantissimo ma la qualità non era all'altezza.
Come nota finale chiedo se posso parlare con il responsabile almeno per chiedere se hanno cambiato chef, o fornitore o cosa: un giovanotto appoggiato al banco del bar mi risponde che il titolare non c'è ma che posso palare con lui. Decido di declinare visto il risultato che ho avuto con il cameriere e mi riprometto di tornare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.