Frequentiamo spesso i Navigli il sabato sera e con...

Recensione di del 08/04/2006

Osteria Via Prè

26 € Prezzo
7 Cucina
7 Ambiente
3 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 26 €

Recensione

Frequentiamo spesso i Navigli il sabato sera e conosciamo quasi tutti i ristoranti della zona Ticinese/Porta Genova.
Non avendo un programma preciso, e spinto da una certa curiosità (più mia che di mia moglie), faccio capolino all'interno di questo locale di Via Casale alle 20,30, ancora praticamente vuoto, e chiedo se c'è posto per due.

L'accoglienza non è simpatica nè, tanto meno, cortese.
Veniamo comunque fatti accomodare nell'unico tavolino non prenotato, all'interno della saletta fumatori, situata subito a sinistra appena entrati.
Il locale è arredato in legno scuro con stampe in bianco e nero alle pareti. Nella sala principale le tovagliette sono di carta, mentre ai fumatori sono riservati dei tovagliati di tessuto bianco nel complesso piuttosto anonimi.
L'effetto generale, comunque, è di un posto tutto sommato carino.

Negli oltre dieci minuti di attesa trascorsi prima che la cameriera ci desse retta il locale si riempie quasi completamente.
Può darsi si tratti di una serata storta, alla quale talvolta contribuiscono anche l'umore e la predisposizione degli avventori, ma non ci si sente troppo a proprio agio.
La scarsa cortesia ed una notevole frettolosità ed approssimazione caratterizzano infatti il servizio per tutta la cena (il pane non è stato servito spontaneamente con le pietanze ed ho dovuto chiederlo recandomi direttamente nella sala principale).

Ed è un peccato, perchè invece la qualità della cucina è risultata a mio parere piuttosto soddisfacente. Ne riassumo i "contenuti":
Niente antipasto, per me primo e secondo, per mia moglie soltanto un secondo, e più precisamente, trenette al pesto seguite da fritto di totanetti e porri e moscardini a zimino (in umido con patate).

Buone le trenette, accompagnate da un pesto piuttosto delicato, con poco aglio e sapidità non eccessiva (voto 6,5).
Molto buono il fritto, croccante ed asciutto. Almeno per me, inoltre, una vera scoperta l'accostamento con i porri, leggermente impastellati e fritti molto bene.
Ulteriore nota di merito, segno di buona qualità degli ingredienti e dell'olio utilizzato, va attribuita al piatto in quanto, nonostante l'evidente pesantezza intrinseca, è risultato ben digeribile e per nulla un "tormento" durante la nottata. (Voto 9).

I moscardini a zimino, da me solo assaggiati, sono risultati saporiti e gustosi (voto 7, anche se, pure in questo caso, non avrebbe guastato un pò più di sapidità.

Abbiamo bevuto acqua denaturalizzata ed una bottiglia di bianco frizzante "Colline del Genovesato", vino senza particolari pretese offerto in lista con un onesto ricarico (11 euro).

Il conto finale, tutto sommato accettabile, è stato di 52 euro. Concludo dicendo che il locale non applica il "coperto". Si tratta senz'altro di una nota positiva, anche se avrei preferito pagare la solita "tassa" e trovare magari un'accoglienza più calorosa e cordiale.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.