Decidiamo di andare a mangiare un po’ di pesce. Vo...

Recensione di del 01/07/2005

'N der la Lanz

35 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Decidiamo di andare a mangiare un po’ di pesce. Vorremmo provare un nuovo locale: mi viene in mente la Baia del Sole avendo letto dei menù fissi che fa il martedì (tutto crudo) e mercoledì (tutto cotto).

Il locale si trova in via Adige tra Piazzale Lodi e Piazza Buozzi. Ha un dehor carino all'esterno protetto con dei vetri. Non abbiamo prenotazione e ci fanno accomodare nell'ultimo tavolo da quattro fuori, anche se siamo in due. Il dehor è pieno e anche qualche tavolo all’interno. Il tavogliame e i bicchiere sono di buona fattura.

Arriva subito pane e un piattino di focaccia, contemporaneamente ci chiedono se vogliamo l’acqua. Chiediamo naturale. Nel frattempo arriva un assaggino e un bicchiere di prosecco. Arriva l’acqua ma è gassata. Decidiamo di tenerla ma il cameriere insiste per cambiarla.

Arrivano i menù. E’ un tripudio di combinazioni di crostacei e conchiglie. In lista hanno antipasti divisi tra caldi e freddi, da 7 a 15 euro, mi pare di ricordare. Una ventina di primi, di cui non ci siamo soffermati perché non nei nostri obiettivi e uno sterminio di secondi, tra cui molti piatti unici tra aragoste, astici, scampi eccetera. I prezzi vanno dai 15 ai 50 euro per i plateu più forniti. Decidiamo per 2 antipasti e 2 secondi normali essendo oramai oltre le 22. 4 scampi crudi (2,50 euro l’uno) e un sautè di vongole (10 euro). Un filetto di orata alla griglia (15 euro) e un fritto di paranza (15,50). La carte dei vini è ristretta ma ben equilibrata. I ricarichi sono medi, scegliamo una Falanghina (18 euro) di cui non ricordo il nome del produttore perché non l’avevo mai sentito.

Il sautè è ben fatto, con materiale di prima scelta, giusto uso degli aromi, e servito in un piatto di portata. Gli scampi sono sgusciati per la coda mentre la testa è intera. Sono serviti su un piatto di portata. Ne trasferisco uno nel mio piatto e con sommo stupore la povera bestiola si muove ancora.

Il cameriere mi dice che per le cruditè utilizzano solo prodotti vivi e di giornata. Arrivano i secondi, il filetto di orata, ben arrostito, la carne è bianchissima e pulita alla perfezione. Il fritto comprende calamaretti, molto teneri, triglie, alici. E’ molto asciutto e servito in un piatto di portata. All’arrivo dei secondi ci viene in mente di accompagnare i secondi con una insalata mista. Arriva divisa in due piatti e tutto l’occorrente per condirla.
Infine ci chiedono se gradiamo un dessert: chiedo cos’hanno. Arrivano con un grosso piatto rotondo che comprende monoporzioni di sacher torte e tartellette di pastafrolla alla crema tutte di ottima fattura. Prendiamo una tartelletta alla frutta e un caffe. Arrivano un liquore di limone misto a grappa e uno di fragole misto a grappa.

Conto 71.50 arrotondato a 70. Non hanno quotato il dessert e l'insalata e non credo sia stata una dimenticanza. Non c'è coperto.
Il servizio si è dimostrato professionale, molto cordiale e anche se era la prima volta che lo frequentavamo ci siamo sentiti come i loro migliori e di lunga data clienti. La qualità delle materie prime era eccellente.
Da riprovare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.