Recensione di del 15/02/2014

Miyoshi

27 € Prezzo
6 Cucina
7 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 27 €

Recensione

Per la serata avevamo previsto un aperitivo sui Navigli con una coppia di nuovi amici, invece siamo finiti a cenare in questo ristorante da loro conosciuto, il tipo "all can you eat…" giapponese.
In pratica con 18,80 euro, bevande e dolce esclusi, si può mangiare tutto quello che si riesce scelto dal menu che comprende piatti cinesi e giapponesi.  Ero veramente titubante, in realtà ero timoroso anche per la presenza di pesce crudo,  invece ho dovuto ricredermi.
L'ambiente è accogliente, i tavoli sono apparecchiati con delle tovagliette senza alcun fronzolo, ma l'insieme è gradevole e intimo.

Il nostro ospite decanta il vinello bianco della casa, lasciamo perdere, perché quello portato è acqua con un po' di vino frizzante gelato a tal punto da non sentire nulla, quindi consiglio assolutamente del vino in bottiglia di cui però non ho idea né dei prezzi né delle etichette disponibili.
Si mangia veramente tanto, fino a che c'è spazio, ordinando tutte le volte che si vuole: la base è il riso per quasi tutto e la qualità non è male. Ho assaggiato le alghe con polpo in salsa di aceto e il salmone tritato con semi di sesamo come inizio: mi sono piaciuti entrambi, certo il polpo consisteva in tre fettine minuscole, ma le alghe molto saporite. Sushi e sashimi sono composti principalmente di tonno e salmone, ma sono fatti bene. Ho assaggiato anche la tempura di verdure e pesce, molto meglio quella di verdura perché quella di pesce è fatta con un pesce bianco molto asciutto che non ho riconosciuto. Alcuni piatti possono essere presi una sola volta come i gamberoni alla griglia, di cui sono indicati due pezzi a persona, in realtà è un gambero tagliato in due e grigliato.

In conclusione posso dire che la prima esperienza in un locale con questa filosofia non è stata male, se si ha voglia di quantità e non si hanno pretese gastronomiche da alta cucina, questo è il posto perfetto.
Solo un appunto sul servizio: a parte una cameriera sorridente, le altre sembravano tutte infastidite dalle nostre richieste, è anche vero che il nostro ospite ha mangiato per quattro, ma l'hanno scritto loro che si poteva mangiare quanto si voleva.
Alla fine abbiamo speso 27 euro a testa, tra vino, dolce e limoncello.
Mi chiedo solo come possa essere possibile che un posto del genere di sabato sera a Milano possa non essere strapieno.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.