Non trovando posto in un altro ristorante, dove av...

Recensione di del 22/12/2010

Merluzzo Felice

42 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 42 €

Recensione

Non trovando posto in un altro ristorante, dove avrei voluto portare una coppia di nostri amici, decidiamo di optare per questo, che peraltro ci interessava prima o poi visitare. Ripeto le medesime considerazioni già fatte da altri recensori relativamente alla difficoltà di trovare parcheggio nelle vicinanze e sulle piccole dimensione del locale, che obbliga ad una vicinaza eccessiva tra i tavoli.

Partiamo con le già citate bruschette che vengono offerte "dalla casa", simpatiche ma assolutamente normali.
Proseguiamo ordinando gli antipasti e, tanto per assaggiare tutto, prendiamo due antipasti di pesce e due di verdure che poi ci divideremo equamente da buoni amici. Quelli di verdure presentano una buona caponata di melanzane, una parmigiana, due arancini e una fetta di tortino di broccoli; quelli di pesce, una polpetta di gianchetti, un fetta di tonno e una di spada affumicati, una insalatina di polipo e una zuppetta di cozze alla marinara.
Il tutto è stato gradito dai commensali, che hanno trovato particolarmente ben fatto, tra le verdure, sia la caponata sia le melanzane alla parmigiana, e tra quelli di pesce lo spada e il tonno, con qualche riserva sulle cozze che sono sembrate un po' insulse e sulla insalatina di polpo un po' piatta come sapore.

Decidiamo di proseguire con i primi piatti, piuttosto che con i secondi, scelta che non si rivelerà particolarmente azzecchata. La lista riporta piatti della tradizione siciliana: pasta alla Norma, pasta cà muddica, pasta con le sarde.... Noi ci avventuriamo su piatti, dei quali non ricordo il nome, che sono spaghettini arricchiti di una dose industriale di astice, gamberi, capesante, gianchetti ed altro, ora in bianco, ora con pomodorini per colorare il tutto.
Il giudizio generale ed unanime non è stato positivo, poiché pur abbondando nelle porzioni, assolutamente generose, non si è tenuto conto delle proporzioni dei vari componenti dei piatti e il tutto è sembrato una accozzaglia di sapori e componenti, non omogenei e fusi tra di loro per creare un gusto rotondo del piatto.

Dopo questa mezza delusione passiamo ai dolci e qui ci sentiamo di esprimere pareri e giudizi molto positivi, sia sul cannolo da riempire con la ricotta arricchita di scaglie di cioccolato che viene servita in una scodella a parte, sia, ancora di più, per la classicissima cassata che poche volte ho mangiato così armoniosa nel rapporto tra copertura di zucchero e ripieno di ricotta profumata.

Si è annaffiato con due bottiglie di buon bianco Anthìlia e acqua minerale, si è terminato con Zibibbo gentilmente offerto dalla casa.

Conto globale 170 euro in quattro; se ci capiterà di ritornare sicuramente andremo sui secondi piatti che non abbiato provato questa volta.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.