E’ il 22 luglio, il giorno del mio compleanno: io ...

Recensione di del 22/07/2011

Manna

49 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 49 €

Recensione

E’ il 22 luglio, il giorno del mio compleanno: io e mia moglie decidiamo di festeggiare andando da Manna, un ristorante che ha già avuto recensioni positive da altri mangioni, e che come connotazione, dovrebbe fare una cucina creativa, o meglio innovativa.
Non è stato assolutamente facile, nonostante l’ausilio del navigatore satellitare, arrivare a destinazione in p.le Governo Provvisorio, un angolo nascosto dalle parti di v.le Monza; che però si è rivelato particolare e fa dimenticare di essere a Milano, ma dà piuttosto l’idea di un romantico paesino in chissà quale posto nel mondo.
Abbiamo prenotato per le 20:30 e quando arriviamo, siamo in leggero anticipo, lo chef Matteo sta conversando amabilmente con un signore fuori dal locale; diamo un’occhiata in giro, tanto per gustare quest’angolo della città e decidiamo di entrare per dar il via alle danze.
Appena si entra si ha subito la sensazione di un ambiente caldo e accogliente, sulla destra si viene accolti da una signorina che, con garbo, ci chiede se abbiamo prenotato e dopo la nostra risposta affermativa ci accompagna al tavolo a noi riservato.
I toni caldi delle pareti e le luci (grossi “palloni” bianchi appesi al soffitto) creano un’atmosfera accogliente che mette a proprio agio i commensali presenti; l’apparecchiatura della tavola è semplice, ma la scelta dei calici e delle posate ci evidenzia una ricerca ragionata e comunque di gusto nei particolari presenti nel locale.
Ci viene offerto un prosecco che è accompagnato da un piattino di sfoglie di pane (croccante con sale grosso); e di lì a poco, ecco arrivare Matteo Fronduti che ci guida all’interno del menu della serata.
Partiamo dagli antipasti: la mia scelta cade su Ricci Bollenti, (carpaccio di ricciola, appena scottata con alcune verdure e zenzero; mia moglie va su Ortaggio Folle, (cupoletta di melanzane, stracciatella, pane e guanciale). I due piatti sono veramente ber riusciti e ben assemblati, le fettine di ricciola, sapientemente tagliate non sottilissime, sono saporite e profumate dalle verdure estive ma soprattutto dallo zenzero; assaggio anche quello di mia moglie che denuncia immediatamente un’armonia tra le varie componenti, ma soprattutto una inaspettata, ma graditissima dolcezza delle melanzane, che trovano un buon contrasto, nella croccantezza del guanciale e del pane, ottimi entrambi.
Passiamo ai primi piatti: per me Quasi Peperonata (ravioli di peperoni, patate e pasta di salame) e per mia moglie, mezza porzione di Muscoli Blu (ma questo è scemo?!) (risotto mantecato, cozze, erbe e gorgonzola); anche questi piatti veramente particolari negli accostamenti, ma ben dosati i componenti e quindi armoniosi nel loro insieme. Interessante la possibilità, almeno per alcuni piatti, di ordinare la mezza porzione per poter gustare ed assaggiare quanto uno desidera (volevi dire ad onor del vero che mia moglie è riuscita ad ordinare una mezza porzione anche per una pietanza dove non era prevista questa possibilità).
Decidiamo proprio per quanto detto prima di assaggiare due mezze porzioni dei secondi: per me Porco Pinne Gialle (involtini di lonza di maiale con una salsina simil-tonnata) e due falde di scalogni dolci, e mia moglie Ma con tutti i pesci che ci sono... (due trancettini di spatola arrosto, valeriana, yogurt aneto e cetrioli in spuma), anche questi piatti una delizia del palato e la conferma della scelta felice nel decidere di cenare in questo ristorante.
Finiamo con i dolci: per me Imprescindibile (cioccolato fondente, tipo mousse, con una pallina di gelato di passionfruit); e per mia moglie Augusto e Melba (pesca, crema pasticcera, mandorle e lampone). Non all’altezza delle altre portate; non ho visto in queste preparazioni l’innovazione e il matrimonio dei sapori che ho sentito nei piatti gustati in precedenza.
Il tutto accompagnato con Gewürztraminer giustamente aromatico e acqua minerale.
Conto: 97 euro in due (48,5 euro a persona), con la bella scoperta che i prezzi presenti nella carta sono già comprensivi di pane e coperto, per una serata veramente da ricordare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.