Cena tra amici più o meno quarantenni (due coppie)...

Recensione di del 18/05/2012

L'Angolo d'Abruzzo - da Giannino 2

35 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Cena tra amici più o meno quarantenni (due coppie).
E' la terza o quarta volta che io vengo al Giannino 2, essendo (io e mia moglie) già stati al Giannino 1 un paio di anni fa, ed avendo mantenuto un ottimo ricordo, in considerazione che Giannino 2 è molto più comodo rispetto a dove abitiamo.
La zona non è delle migliori, però si parcheggia abbastanza facilmente, scongiurando così lunghi tragitti a piedi.

Il ristorante è stato ricavato da quella che fino a un paio di anni fa era la Trattoria dei Cacciatori, con cambio di gestione e proprietà, ovviamente.

Il locale si presenta volutamente molto rustico e "paesano", con tovaglie a quadri bianchi e rossi, salumi, forse qualche caciocavallo, e oggetti "rurali" appesi alle pareti ed alle travi a vista. Sicuramente un ambiente decisamente informale, ma assolutamente non grezzo e nel complesso molto pulito e anche luminoso.
Il personale è decisamente cordiale, rapido il servizio.
Ma veniamo al dunque.

Giro di antipasti misti della casa (affettati, frittatine, olive ascolane, formaggi, sottolii): non superiamo la sufficienza a causa della temperatura di frittatine e olive ascolane che, purtroppo, ci vengono servite quasi gelide. Olive ascolane anche piuttosto stoppose.

Spaghettoni con polpettine di carne: ottimo primo piatto, abbondante e con un sugo scuro, ben cotto, cucinato con congrua quantità di vino rosso, dal sapore deciso e dalla cottura praticamente perfetta.

Come secondo prendo, come sempre quando vengo da Giannino, quello che a parer mio è il vero motivo per cui si debba fare un salto in questo ristorante: la coscia di agnello cotto nel forno a legna e servito con le patate: un coscio cotto in maniera perfetta, saporitissimo anche grazie alla sapiente marinatura e speziatura, che prende ulteriore aroma dalla cottura a legna. Fiore all'occhiello del locale. Un "must".

Abbiamo cominciato con un litro di vino rosso della casa, subito passati ad una bottiglia di Chianti in quanto il vino della casa è scadente.

Consiglio vivamente di arrivare all'agnello al forno affamati per goderselo appieno, magari saltando il mediocre antipasto e dividendo un primo in due persone.

Altre recensioni per "L'Angolo d'Abruzzo - da Giannino 2"

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.