Premetto che questa è la prima recensione della mi...

Recensione di del 06/05/2005

La Piazzetta

35 € Prezzo
9 Cucina
10 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Premetto che questa è la prima recensione della mia vita...speriamo bene!

Ho deciso di iniziare con La Piazzetta, perchè è il ristorante che io e mio marito abbiamo ormai eletto quale meta preferita per le nostre cenette romantiche.

L'ambiente è davvero carino, riproduce perfettamente una piazzetta greca (da qui il nome), con tanto di cielo blu e balconcini fioriti che sovrastano i tavoli, tipici di una "taverna" e il clima è davvero quello di un'isoletta delle Cicladi (chi, come noi, ama questo paese incantato mi può capire!), tanto che, quando si esce dal ristorante, si rimane un po’ delusi di non trovare il mare e il meltemi!
Anche il menù è molto caratteristico, infatti è diviso in una parte greca ed una parte sarda. Ciò è dovuto alla diversa nazionalità dei proprietari, marito e moglie, che, per inciso, sono di una gentilezza e premura davvero squisite.

L'ambiente decisamente invita a consumare una cena greca, però io e mio marito siamo equamente divisi e mentre lui di solito non rinuncia al cibo ellenico io scelgo quasi sempre piatti dal menù sardo. In ogni caso, premessa indefettibile a qualsiasi recensione su questo ristorante è che la qualità del cibo è davvero elevata, ogni piatto è cucinato con grande cura e anche l'attesa è ripagata dalla freschezza degli ingredienti e dalla delicatezza dei sapori.

L'ultima volta che siamo andati alla Piazzetta è stato in occasione del mio compleanno.
Come antipasto io ho preso i crostini al burro con bottarga di tonno, che secondo me sono fantastici, mentre mio marito ha preso lo tzaziki, davvero ottimo. Come primo abbiamo preso entrambi gli spaghetti vongole e bottarga, buonissimi. Vi segnalo, però, altri due primi davvero buoni, provati in altre occasioni: gli spaghetti rocce rosse, con pesce spada e pomodorini, delicatissimi e quelli al sugo di riccio (che ci sono solo quando c'è disponibilità di riccio fresco) che sono una leccornia, anche per uno come mio marito che non ama questo tipo di piatti.
Il secondo lo abbiamo saltato perché volevamo tenerci un posticino per il dolce: io, come sempre, ho preso le seadas, tipico dolce sardo a base di pecorino e miele fritti in una pastella delicata, che adoro, mentre il mio commensale ha preso lo yogurt greco con miele e noci. Il tutto annaffiato da un Vermentino di Gallura DOP di tutto rispetto e, per concludere, da un mirto per me e un ouzo per mio marito.

E ora, un finale interessante: per tutto ciò abbiamo speso circa € 32,00 a testa. Il che vuol dire che mangiare bene a Milano senza essere derubati è ancora possibile, in qualche posto!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.