Compleanno del babbo, usciamo a cena in quattro. L...

Recensione di del 24/02/2006

La Locanda

27 € Prezzo
9 Cucina
6 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 27 €

Recensione

Compleanno del babbo, usciamo a cena in quattro. La scelta cade su un locale dietro via Marghera che ha l’aspetto di un’onesta trattoria – pizzeria.
Arriviamo verso le 20 e non abbiamo prenotato, ma il locale non è molto affollato e veniamo fatti accomodare nella sala più piccola delle due che lo compongono.

Oltre alla pizza si può mangiare carne, chianina compresa, e pesce, la nostra scelta cade su quest’ultima possibilità.
Ci viene portata una calda focaccia, buona e gradita, ed intanto buttiamo un occhio al menu. Il proprietario, Peppino o Beppe che dir si voglia, ci condurrà lungo la serata, consigliandoci, suggerendo le migliori alternative, guidando le nostre scelte ed intrattenendo con noi uno simpatico e spigliato scambio di battute; l’atteggiamento, decisamente informale ed amichevole, tradisce consumato mestiere e voglia di conquistare la propria clientela, ma non eccede nei modi, adeguandosi al tono delle risposte, senza essere mai invadente. Beppe è un ottimo venditore che riesce a presentare al meglio le proprie proposte, invogliando decisamente all’acquisto, ma poiché ciò si combina alla voglia di soddisfare i propri ospiti diventa una nota di merito. Per le libagioni optiamo per la solita acqua ed un Muller Turghau che si rivelerà abbastanza anonimo, privo dei sapori e profumi fruttati che lo contraddistinguerebbero, si fa bere ma non ricordare.

Iniziamo con tre primi:
due porzioni di pennette con carciofi, pomodorini e pescatrice: porzioni abbondantissime, pasta industriale, buona la cottura e molto ben condita, spicca forse un po’ troppo il pomodoro, ma l’insieme è decisamente gustoso e gradevole. Buone.

Una porzione di gnocchi con vongole, gamberi e crema di formaggio: accostamento ardito, di cui Peppino vanta il copyright, e ci credo… ci va del coraggio, sia per ideare un piatto simile che per mangiarlo, ovviamente è la mia scelta e sicuramente si è rivelato vincente il modo in cui Beppe lo ha proposto. L’insieme supera le aspettative, strano a dirsi, eppure ha una sua armonia ed un suo senso, ovviamente risulta un po’ ostico poiché, si sa, il gnocco stoppa e sazia subito. Occorrono stomaci capaci, anche perché la porzione è decisamente abbondante, buono da provare, ma una volta basta.

Passiamo ai secondi ed ordiniamo una seconda bottiglia di vino, Arnesi per proseguire, anche di questo non ricordo l’etichetta, chiedo venia, si rivelerà comunque più incisivo del precedente, buoni profumi e persistenza, decisamente siamo andati migliorando.

una porzione di branzino con gamberi e carciofi: Altra porzione abbondante per questo piatto decisamente ricco e vario. Materie prime freschissime! Buono, fresco, estremamente delicato e saporito, i gamberi sono una meraviglia. Qualità molto elevata.

Un rombo con carciofi e patate per due: la dimensione del pesce rende questo piatto adatto per due porzioni. Il rombo, servito su un carrello, viene spinato al momento e guarnito con il suo bell’intingolo. Il pesce è freschissimo ed il piatto davvero delicato. Molto buono e complimenti in cucina.

Una porzione di carpaccio di branzino con rucola e grana. È il mio piatto, io adoro il crudo e mi attrae l’insolita proposta, non i classici spada, tonno o salmone ma un branzino. Il pesce è davvero freschissimo e data la preparazione non si può certo barare, la porzione molto abbondante, la guarnitura copiosa. Il piatto viene servito già condito, con un poco d’olio sale e limone, il pesce è molto sodo e delicato, gustosissimo nell’insieme. Unico appunto personale ci sono troppi elementi che si sovrappongono ed il sapore del pesce scompare un po’, probabilmente l’intenzione è rendere mangiabile per tutti una preparazione un po’ originale, ma io sono una purista e separo per bene il pesce dal resto, mangiando prima il branzino e poi la rucola ed il grana.

Viene il momento del dolce, in realtà saremmo abbastanza sazi, ma Beppe ci avvisa che i dessert sono preparati personalmente da lui e che perderne l’assaggio sarebbe un vero delitto e poi in fondo stiamo festeggiando un compleanno e la torta è un must! Procediamo quindi con:
una porzione di ananas
due porzioni di mousse al cioccolato ed in abbinamento un assaggio di torta pere e cioccolato. La torta, servita tiepida, è nella versione morbida e soffice con cioccolato e pere nell’impasto, però è preparata a regola d’arte e non passa inosservata. La mousse al cioccolato, presentata con guarnitura di salsina alla fragola tipo industriale, è invece quanto di più perfetto si possa immaginare, si spalancano le porte di paradiso e nirvana, è esaltazione di sensi e tripudio di papille gustative in festa, non può che esserci della poesia nel cuore di chi ha preparato simili leccornie e noi, sazi ma felici, ci facciamo trasportare in questi luoghi che sanno di magia… grazie a chi ci ha sin lì condotti!

Terminiamo con quattro caffè e mirto e limoncello, con bottiglie lasciate direttamente in tavola.

Tiriamo le somme, abbiamo mangiato:
1 focaccia offerta
3 primi
4 secondi
3 dolci
2 bottiglie di vino
1 bottiglia d’acqua
4 caffè
Amari a volontà

Il conto, € 110,00 in totale, ci fa venire voglia di ricominciare da capo, ma preferiamo vivere, decidiamo di rimandare quindi il bis ad una prossima volta, che sicuramente non tarderà a venire. Grazie ancora Beppe, a presto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.