L'insegna recita "Trattoria, Gnoccheria". Il risto...

Recensione di del 13/07/2007

Il Pasto Giusto

30 € Prezzo
6 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 30 €

Recensione

L'insegna recita "Trattoria, Gnoccheria". Il ristorante è molto piccolo: l'ingresso, sconsigliato d'inverno, ed una attigua saletta. In tutto una ventina di posti scarsi. Il forno a legna cuoce la pizza, anche d'asporto, e i panini.
Erano diversi anni che non ci tornavo, ma nulla è cambiato da allora nell'ambiente e nell'arredo. Muri verde pastello, tavoli e sedie in legno scuro, così come l'unica credenza. Tovagliato in stoffa verde e bianco, bei calici in vetro azzurrino, posateria nella norma.
Rispetto all'ultima mia visita noto con dispiacere che la moglie del titolare non vi lavora più. Questa donnina gentile e discreta era uno dei punti di forza del ristorante, ora invece il servizio è condotto dal titolare-chef-cameriere egiziano e da un giovane ragazzo verosimilmente connazionale. Il servizio risulta di conseguenza a tratti invadente e autocelebrativo, a tratti molto approssimativo.

Sono le 13:15, siamo i due soli avventori. Un salto in bagno a lavarsi le mani, ma attenzione perchè l'illuminazione è di gran lunga inferiore a quella prodotta da un cero!

In attesa di ordinare ci viene portata una rotella ricavata da una omeletta ripiena di formaggio aromatizzato con erbe.
Il menu offre un'ampia varietà di gnocchi fatti in casa e alcune pizze. Nessuna insalata e nessun secondo.

Ordiniamo un piatto di gnocchi con cipolla e salsiccia e un piatto di gnocchi zafferano e speck, raccomandati vivamente dallo chef: "tutti me li copiano".
Inacidito il sugo al pomodoro dei primi, molto buoni invece i secondi. Dalla mia ultima visita i piatti sono aumentati di dimensioni, ma le porzioni sono diminuite notevolmente. Ancora affamati ordiniamo un terzo piatto di gnocchi, cacio e pepe: nulla di che.

Nel frattempo giunge un'altra coppia che chiede di non essere posizionata vicino all'aria condizionata. Conseguenza della richiesta dei signori è che l'aria condizionata verrà spenta e si comincerà a sudare.

Tra i dolci scegliamo un millefoglie con scaglie di cioccolato e crema pasticcera e gnocchi con il cioccolato.
Anche qui, a fronte del mantenimento dei medesimi prezzi (8 euro a dolce), le porzioni si sono ridotte. Tuttavia ottima la sfoglia e ottimi anche i quattro, dico quattro, gnocchetti al cioccolato.
Accompagniamo il tutto con due bottiglie di acqua panna da 0,75 l e concludiamo con due caffè, con i quali vengono offerti dei biscottoni di pastafrolla e nocciole duri da rischiare di rompersi i denti.

Conto finale: 60 euro.

Dopo tante esperienze positive del passato oggi rimango deluso dallo scadimento del livello della cucina, ora da 6, e del servizio, ora da 5. E' vero che il locale è piccolo, ma forse Mohamed fa troppe cose per dedicare la giusta attenzione alla cucina. Il rapporto qualità/prezzo un tempo adeguato, risulta ora scarso. Solo i dolci si salvano e per quanto cari, sono veramente buoni. Ma in quale trattoria pagate 8 euro un dolce?

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.