Sempre uno dei miei preferiti a Milano

Recensione di del 09/09/2020

Il Liberty

66 € Prezzo
9 Cucina
7 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 66 €

Recensione

Pranzo di lavoro in zona Garibaldi e decido di tornare dopo tanto tempo al Liberty, uno dei miei ristoranti del cuore a Milano.

Solito ingresso anonimo difficile da individuare, solito ambiente minimalista, elegante nella sua freddezza.

Abbiamo una novità oltre al menù alla carta viene proposto anche un menù di lavoro con proposte più semplici ma più economiche, qualcuna interessante, qualcuna un po' scontata e faremo un mix dei due.

Carta del vini molto limitata ma ben ponderata, ci sono in totale dieci bottiglie e sette vini al calice, ricarichi tutti con decisamente importanti. L’occhio di tutti e due cade su un Kerner che pensiamo essere Altoatesino ma che scopriremo essere Trentino, una piccola cantina a condizione famigliare, Oxenreiter, il Ca di Pietra 2017. Scelta entusiasmante, un naso incredibile, aghi di pino, frutta candita, cedro; una bocca fresca di cedro candito, allampante, molto lungo: siamo conquistati.

Per l’antipasto ci orientiamo sul Business Menù, una TARTE TATIN con gelato di burratina. Piatto molto particolare, la Tarte Tatin è veramente di mela ma il contrasto di gusti con il gelato di burratina, molto fresco ed estivo, risulta convincere.

Per il secondo andiamo su qualcosa di assolutamente non estivo, un Filetto di Cervo “doppio”. Si tratta fondamentalmente di cervo presentato in due modalità, una tartare ed un filetto. Rifacendosi al menù la tartare è presentata con sfoglia di pane, melanzana, fondente di basilico e grue di cacao mentre il Lombo è scottato nella cenere di melanzane e servito con salsa ai mirtilli ed invidia belga. Un piatto esplosivo, la tartare è delicata ma intensa, con bei contrasti di consistenze con il pane. Il filetto è carico, inondato di salsa, forte nei sapori. Piatto fantastico.

C’è spazio anche per il dolce, passiamo per una volta il classico “Smoke” ed andiamo sul Liberyramisu’ ovvero crema al mascarpone, semifreddo al caffè, crumble di noci. Servito in un bicchiere, gli ingredienti sono a strati e va mangiato infilando il cucchiaio sino in fondo per pescarli tutti e tre. Buono, goloso, con una menzione speciale al crumble di noci.

Commento finale che riconferma l’estremo gradimento per la cucina, grandi materie prime, fantasia nella costruzione dei piatti, maestria nella realizzazione.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.