Ieri sera dopo la lunga pausa estiva ritorno al Li...

Recensione di del 19/10/2005

Il Liberty

105 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 105 €

Recensione

Ieri sera dopo la lunga pausa estiva ritorno al Liberty cercando di far combaciare un impegno di lavoro con la voglia di provare il nuovo menu di ottobre di Andrea Provenzali.
Del mio amore per questo ristorante ho già detto ampiamente quindi mi limiterò alla descrizione delle pietanze gustate ieri sera.

Cena per due e per cominciare una Insalata di Ovoli condita solo con un filo d'olio sale e pepe e un'abbondante grattata di tartufo bianco. Squisiti i funghi e finalmente un tartufo profumato e saporito, voto 9.

Dopo le prime bolle offerte dallo chef abbiamo aperto una bottiglia di Ai Suma di Braida, una delle Barbere che hanno reso celebre G. Bologna. La Barbera viene vendemmiata un paio di settimane dopo le uve del Bricco dell'Uccellone quindi ancora più tardiva e dopo la fermentazione viene affinata in barrique per 12 mesi. Grande corpo, grande struttura, buona la persistenza e intenso al naso. A mio parere un gradino sopra il più celebre Bricco dell'Uccellone. 55 euro

Abbiamo proseguito con:
Gambero al vapore su insalata di funghi porcini e scaglie di tuma persa
Anche su questo piatto, che in raltà è una zuppetta calda di porcini più che un'insalata, abbiamo grattato generosamente il prezioso tubero. Voto 8

Per finire io ho preso
Reale di vitello arrosto con cappella di porcino alla genovese
Morbidissimo il vitello che immagino cotto lentamente e per almeno 3 o 4 ore fino a fargli assumere una consistenza simile alla cappella di porcino e delicatissimo il fondo di cottura lievemente tartufato. Ottimo Voto 9

La mia ospite invece ha preferito un piatto di sole cappelle di porcino alla piastra che ha giudicato perfette.

Per finire per entrambi
Tortina soffice di ricotta al forno profumata al limone su lamponi marinata all'aleatico dell'Elba
Dolce leggero non troppo zuccherato, ma a mio parere troppo debole e la marinatura all'aleatico quasi inconsistente. Voto 7

Caffè e piccola pasticceria fatta in casa composta da piccoli tozzetti di cioccolato fondente al burro e biscottini con glassa al limone e vaniglia.

In due abbiamo speso 210 euro di cui 55 di vino e 60 circa per le 4 grattate di tartufo.
Continuo a ritenerlo uno dei migliori ristoranti di Milano.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.