Mi è sembrato strano trovare solo una recensione s...

Recensione di del 10/08/2005

Il Liberty

45 € Prezzo
9 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Mi è sembrato strano trovare solo una recensione sia pur lusinghiera su quello che io considero uno dei migliori ristoranti di Milano.

Ho un debole per Il liberty sia perché lo chef e proprietario è a mio parere uno dei giovani cuochi più promettenti del panorama nazionale, sia perché è il ristorante sotto casa che noi quindi frequentiamo con continuità, sia perché il rapporto qualità/prezzo è tra i più alti di Milano. Al Liberty si gusta alta cucina a non più di 50 euro vini compresi con un menù che cambia una volta al mese! Prendetene nota: nella scheda si parla si cucina tradizionale ma a mio parere è cucina creativa (di alto livello).

All'ingresso si viene sempre accolti da Andrea (chef e patron) che con l'aiuto di personale particolarmente gentile mette subito a proprio agio in un ambiente ricercato, ma dal feeling amichevole e familiare. Ci sono due salette oltre ad un soppalco con vista sulla sala principale per tre o 4 tavoli da cenette romantiche. Io preferisco anche in coppia cenare di sotto dove comunque si sta più comodi.

Si comincia sempre con l'offerta di un calice di prosecco mentre in tavola ti aspettano un piattino di verdure tagliate fini in pinzimonio e dei piccoli panini tiepidi fatti da loro alle cipolle, olive, noci etc.

Ieri sera penultimo giorno prima della chiusura per ferie eravamo io e la Patty e abbiamo preso:

per me antipasto di gelato allo zola su foglie di indivia e noci dal gusto deciso ma molto estivo
per lei mozzarella in carrozza e lampascioni su crema di pomodoro all'arrabbiata, gradita al punto da farle fare una sconvenientissima scarpetta!
Entrambi abbiamo proseguito con uno dei piatti storici del locale gli spaghetti selezione Senatore Cappelli al cipollotto brasato e piccante che sebbene poco estivo sono sempre un grandissimo piatto dal gusto intenso e dall’equilibrio straordinario.

Io ho proseguito con una tagliata di ricciola su peperoni saltati e patate decisamente buona e morbidissima per poi passare entrambi ai dolci.
Io confettura di fichi con gelato al rhum mentre la Patty ha preso un tortino morbido al cioccolato fondente su fettine di melone al Porto. Ottimi e rigorosamente home made.

Per me che sono anche un cultore del buon bere l'unico neo del Liberty è la cantina che non sempre si dimostra all'altezza della proposta gastronomica.
Ieri ho bevuto una Ribolla gialla di Buzzinelli che non mi ha convinto fino in fondo ma sopratutto non ha valorizzato il gusto particolare della ricciola.
Con una cucina così qualche grande vino non guasterebbe!
Per finire caffè e un cicchetto di rhum per totali 90 euro.

Nonostante la data ferragostana giustificasse qualche preoccupazione abbiamo cenato come sempre alla grande.
Noi ci torniamo spesso e volentieri!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.