Questa sera il mio fidanzato ha deciso di andare a...

Recensione di del 23/07/2009

I Malavoglia

70 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 70 €

Recensione

Questa sera il mio fidanzato ha deciso di andare a cenare in questo ristorante per farmi assaporare i piatti della mia terra. Appena arrivati scopro con stupore che il ristorante è stato inserito nella guida Michelin del 2008 e del 2009 e del Gambero Rosso, almeno così testimoniano gli adesivi all’ingresso del locale. Alle 20:15 suoniamo il campanello del locale.
Viene ad accoglierci una ragazza in tailleur nero e camicia bianca che ci accompagna al tavolo riservato per noi (prenotazione assolutamente consigliata).
L’ambiente è curato nei dettagli. Il tovagliato è in tessuto damascato blu e giallo-verdino. La pareti sono tamponate delicatamente in giallo. Anche le tende sono in damascato. I bicchieri sono di buon vetro. Nella saletta in cui è stato riservato il nostro tavolo un’intera parete è dipinta a voler simulare una finestra sul mare di Sicilia con in primo piano la flora tipica dell’isola mediterranea.
Subito ci vengono portati i menu e scopro che il mio è senza prezzi. Quando lo faccio notare al mio fidanzato accenna un sorrisino eloquente che mi fa capire che solo il mio è senza prezzi.
Pertanto il ristorante può essere un’ottima soluzione se non si vuole mettere in imbarazzo la persona che si invita a cena.
Questo particolare mi dice subito che è un buon ristorante attento al servizio e, sicuramente, idoneo per cene romantiche e anche di lavoro.
L’ambiente è silenzioso nonostante il locale, diviso in piccole salette, non abbia tavoli liberi.
Poco dopo esserci accomodati ci raggiunge subito il proprietario che ci dà qualche consiglio.

La scelta cade su lle seguenti portate.
Ventresca di tonno all’erba cipollina (18 euro): ottima; il tonno è morbido, delicato al palato, e freschissimo.
Caponata di melanzane (13,5 euro): buona. Il piatto ha anche i capperi che non sempre vengono usati nella preparazione. Tuttavia il sapore è delicato e le melanzane sono fritte al punto giusto.

Una porzione di spaghetti con le sarde (15,50 euro): porzione non abbondante, buoni, ma, a mio parere, il condimento non era ben legato alla pasta e il finocchietto era troppo. E poi avrei servito insieme agli spaghetti la “muddica atturrata”, cioè pangrattato abbrustolito in padella con un filo di olio che tradizionalmente si usa per condire la pasta.

Due porzioni di tris di involtini di mare (22 euro) così composto: girandola di pescatrice e salmone con al centro gambero rosso( delicato e delizioso);
involtino di pasce spada ripieno alla palermitana (mollica, pinoli, uvetta, pomodoro per amalgamare, olio, formaggio grattugiato in quantità tale da non disturbare il palato di chi come me non mangia formaggi); involino di sarda che non ho apprezzato più di tanto perché il confronto con gli altri involtini era impari.

La cena viene accompagnata da un fresco e buon Catarratto-Chardonnay Rapitalà che, dopo la degustazione di rito, viene collocato nel suo secchiello termico e da una bottiglia di acqua naturale.
Il pane è di diversi tipi ed è posto in un cestino che viene portato sul tavolo subito dopo l’ordine (di grano duro, con il sesamo, e delle focaccine di grano tenero).
Il servizio è ottimale in termini di tempi, di cortesia e suggerimenti anche sulla degustazione in modo da esaltare ogni gusto ed evitare che il gusto più forte mascheri la bontà del più delicato.

La cena si è conclusa con i dessert da gustare con lo zibibbo (10 euro cadauno). Per me torta di ananas caramellato e cocco accompagnata da una pallina di gelato al pistacchio.
La torta è una vera bontà, soffice al palato, non eccessivamente zuccherata e il sapore dell’ananas creava un buon connubio con il cocco.
Per il mio fidanzato misto di sorbetti (buoni anche questi a suo dire).

Incuriosita da questo ristorante ho fatto una ricerca su internet e ho scoperto che il ristorante ha il menu e i prezzi su internet (motivo per cui ho inserito i prezzi sulla recensione). Non so il costo del vino è l’unico dato che mi manca perché il sito dei Malavoglia non ha online la carta dei vini, ma penso che possa essere intorno ai 25-30 euro euro.
In base ai prezzi segnalati sul sito il costo della cena penso che sia stato circa 140-150 euro (bevande comprese).
A ciascuno la valutazione del costo del locale. Io mi limito a dire che la cucina è veramente buona, il servizio eccellente e l’ambiente curato nei dettagli.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.