Cena del sabato sera. Incuriosito spesso da questo...

Recensione di del 12/02/2011

Grani & Braci

32 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 32 €

Recensione

Cena del sabato sera. Incuriosito spesso da questo locale e un po' incoraggiato dalle poche recensioni decido all'ultimo momento di provare a prenotare in questo locale. Mi trovano un tavolo per due, ore nove, nove e un quarto, ma conoscendo l'impossibilità di parcheggiare lì in zona, mi avvicino molto prima. Infatti il parcheggio è un grosso problema, escludo quello libero del Monumentale, parcheggio comodamente, a pagamento, alla Stazione Garibaldi e faccio quattro passi a piedi. Il locale è molto ampio ed elegante, ci sono due grandi sale e parecchi tavolini, abbastanza distanziati e comodi; l'acustica,nonostante il pienone è decisamente buona, e si chiacchera senza urlare. Ci viene incontro un, credo, gentile direttore,c he passa l'incarico del nostro tavolo ad un indaffarato cameriere; qui sono tutti muniti di radiolina e auricolare. Ci fanno aspettare un bel 15 minuti, il tempo di liberare il tavolino e siamo seduti: il sabato è sempre così nei ristoranti.
Mi guardo intorno e intanto scorgo il menu, la tipologia degli avventori è medio-alta, la qualità delle carni e delle materie prime pare alta, non tanto per i fronzoli e le varie presentazioni dei piatti, ma proprio perchè l'attrazione principale qui pare essere la carne di un certo pregio.
Ma scorgo anche qualche piattino di primo ben costruito e pensato.
Il coperto si limita a un tovaglietta e posate, il menu comprende tutti i tipi di carne di nicchia del panorama italiano e no, filetto, costate, angus, scottona, in varie tipologie e tagli, e anche una scelta di tagli di chianina.

Le nostre scelte vanno su una grigliata di chianina, tre pezzi, e un pezzo di costata di scottona black angus, minino cinque/sei etti, a 4,50 € all'etto.
Tutto rigorosamente cotto sui carboni e servito con la classica griglietta con i carboncini. Accompagnamo la carne con patate fritte.
La lista dei vini comprende, per mia gioia, anche vini al calice, molti ristoranti si stanno adeguando a servire anche vari vini alla mescita.
Prendo un Barbera che conosco, il sapore della carne è forte, ci vuole un vino che ben l'accompagni, mia moglie prende acqua, sigh...
Le nostre ordinazioni tardano un po' ad arrivare, ma i camerieri si prendono cura spesso a sollecitare la carne, non ci lasciano soli insomma.
Premiata la nostra attesa arrivano le braci, la costata si presenta alta, profumata e di media cottura, credo un sei/sette etti di pezzatura, la grigliata comprende credo un sottofiletto, scamone e salsicciotto, tutto di chianina.
Assaggio un po' tutto per onorare la recensione, ma la mia costata è veramente monumentale, saporita e tenera, mai invadente, con un filo di crudo al suo interno e quasi croccante sulle grigliature, veramente uno dei migliori pezzi di carne mai mangiata..
Non mi convince la grigliata di chianina, buona per carità, ma l'ho mangiata altrove e mi aspettavo un po' di più, forse la cottura gli ha lasciato troppo sangue, e un filo di sentore di pesantezza si sente.
Una nota positiva per l'ottimo vino e le patatine,che accompagnano i piatti.
Nel conto la costata pesa molto, 27 euro, ma credo ne valga veramente la pena, anche perchè alla fine il totale è fermo a 64 euro, per una grigliata di chianina, due porzioni abbondanti di patatine, acqua, vino (4 euro) coperto e soprattutto la mia costata, non sono molti. La qualità si paga e per questa tipologia di carne sono soldi ben spesi. Ci tornerò magari in settimana, più tranquillo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.