Ambiente familiare, piatti ottimi

Recensione di del 25/01/2014

Franca e Lillo

25 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Il locale esternamente si presenta come un ristorante anni '70, entrando, l'impressione è la stessa: pareti rivestite in legno ed arredi "old style". Siamo in due e veniamo fatti accomodare ad un tavolo per quattro, il che sopperisce al fatto che i tavoli siano piuttosto vicini in quanto non ci manca lo spazio vitale.
Sul tavolo sono già presenti due bruschette e delle olive.

Il cameriere (nel corso della cena scopriamo essere uno dei due figli del titolare) ci chiede se avessimo mai cenato nel ristorante e alla nostra risposta negativa ci suggerisce di provare i loro antipasti, proposta subito accettata.
Arrivano in breve una serie di assaggi: sarde in agrodolce, maccu (una zuppetta di ceci e verdure), cozze, polpettine con semi di finocchio, una parmigiana di melanzane. Ad un altro tavolo, servito da un altro cameriere, sono invece arrivate cose differenti quali carciofi ripieni, mozzarelle e altre cose diverse da quanto descritto sopra; non so se la scelta sia in funzione dell'ispirazione di chi serve o se magari quella sia la seconda puntata per chi ha già assaggiato quanto a noi servito. Comunque abbiamo apprezzato molto gli antipasti.
Passiamo ai primi: pasta alla palermitana con sarde, finocchietto, pomodoro, mollica di pane tostata e uvetta per me e per mia moglie una pasta con sugo di carne in bianco con ricotta e formaggio ragusano. Due ottime scelte.
Viene il momento del secondo ed in lista vediamo un fritto misto, baccalà che - precisa il cameriere - può essere cucinato a piacere, anche se la morte sua, si affretta e dire, è fritto. Ci sono anche vari piatti di carne, ma essendo già al limite saltiamo il secondo.
A questo punto compare il signor Lillo che precisa scherzosamente che chi non prova i suoi pasticcini paga una multa pari al raddoppio del conto ed ovviamente non corriamo il rischio.  Arriva un piatto con due cannoli siciliani, delle paste di mandorle, due bignè uno con crema ed un altro con crema e scaglie di cioccolato e qualche altra leccornia, assaggiamo un cannolo diviso in due, ottimo, ed una cassatina sempre divisa a metà, anch'essa valida. Terminato, il signor Lillo ritira quanto rimasto nel piatto dei dolci e torna con un vassoietto avvolto nell'alluminio contenente quanto da noi lasciato nel piatto precisando che aveva pure aggiunto qualcos'altro a sua discrezione.
Beviamo caffè ed ammazzacaffè.

Riassumendo: due antipasti, due primi, acqua, vino della casa (piu che dignitoso),  dolcetti più rinforzo, caffè e digestivo, totale 50 euro. All'uscita il titolare salutandoci ci regala anche una bottiglia di Falanghina. Ambiente molto famigliare, molto valido per una cena con amici, piatti di ottima fattura.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.