Finalmente questa sera riusciamo ad andare a trova...

Recensione di del 09/09/2006

Finger's

73 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 73 €

Recensione

Finalmente questa sera riusciamo ad andare a trovare Roby, che non vediamo dai tempi dello Zen. Molto cordiale al telefono la responsabile di sala ci trova all'ultimo minuto un tavolino all'aperto. Probabilmente sarà la nostra ultima cena sotto le stelle per questa stagione. Siamo quasi in piazzale Lodi, arriviamo a piedi dopo una lunga ma piacevole passeggiata.

Ambiente.
Ben descritto da tutti i colleghi: sicuramente carino e di impatto, piacevole. Tavoli ben apparecchiati e illuminazione molto -troppo- soffusa.

Menu.
Carta nipponica con influenze sudamericane, che si notano nelle meravigliose salse agrodolci e in alcune particolari materie prime. Vorremmo ordinare tutto.

Edamame: noi abbiamo l'abitudine di cominciare le nostre cene a mandorla con questi meravigliosi fagiolini, Qui aggiungono il sale grosso: bocciati! Sono anche carissimi (8 euro).
Spiedini alla griglia di tre pesci misti: tre piccoli spiedini, ciascuno con salmone, tonno e branzino separati l'un l'altro da una fettina di cipolla e da una zucchina. Bel piatto, ottimo sapore.
Ravioli di gamberi: sono otto ravioli dalla forma simile ai nostrani "culurgiones" della zona di Arbatax con una salsina del tutto identica a quella usata con la tempura. I ravioli non sanno di nulla, e in compagnia della salsa sono pure peggio. Bocciati.
Polpettine di granchio: sono otto semi-polpettine di granchio condite con una salsina agrodolce accompagnate da una insalatina di campo. Piatto molto gustoso, che bisseremo addirittura.
Nighiri ciaudad do brasil: qui si vede l'impronta del grande roberto. Nighiri, avocado, uova di salmone e una particolare salsina. Meraviglia!
Maki misti: sono otto maki ai gusti misti, uno più buono e differente (dalle solite porcate che si trovano nei cino-giappo). Ottimi, bissiamo pure questi.
Assaggio di sushi: è un microscopico piattino con due nighiri e tre maki: tonno, gambero cotto (non sa di nulla il gambero cotto liscio!) verdure, ventresca e gambero in tempura. Divertente.
Tartare di gamberi e capesante: a forma di cuore, bella, molto saporita (forse troppo). Promossa, non a pieni voti

Carta dei vini.
Non azzardo lamentela alcuna per la scarsa offerta di etichette vinifere nostrane, anzi, gioisco e pasteggio con tre meravigliosi tè verdi alla giusta temperatura. Uno di questi è al gelsomino. Buoni buonissimi. Tuttavia suggerisco, se qualcuno mi sente, di inserire qualche vino al bicchiere: corre l'anno 2006 d.C. e non si può accettare solo qualche bottiglia di vino e coktail di ogni genere che navigano nello zucchero di canna. Banale.

Servizio.
Il personale si è dimostrato piuttosto cortese e disponibile, anche se -divento rompiscatole ma perdonatemi- potrebbe/dovrebbe volare ad una quota inferiore. Tutto sommato ci state portando dei piatti a tavola, dai, non siamo in Montenapoleone al cospetto di acide commesse di fronte al cinese indeciso tra una borsetta ed un portafoglio! Dai non ve la tirate!

Infine, e chiudo, non classificheremmo questo piacevole locale come japponese ma come cucina fusion. Ma è la nostra sensazione.

Veniamo ai prezzi: troppo alti per la quantità e per il servizio ma corretti per la qualità del cibo e per l'ambiente. Tutto sommato riteniamo che i nostri 145 euro siano stati ben spesi, e che -anche spendendo queste cifre- la nostra arruginita città non offra molte alternative. Forse una, solo una -che non ho ancora recensito ma è presente sul portale e mi riprometto di gustare nuovamente quanto prima- che rimane, e continua a rimanere, il riferimento sulla cucina asiatica, con il miglior servizio e la proposta vera giapponese.
Bravo Roby, non ne sbagli una (a proposito, dopo tanti anni non ci siamo nemmeno potuti salutare: il buon Roberto è ancora nel suo bel locale di Porto Cervo, sta finendo la stagione estiva). Tanti auguri allora, a presto!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.