Abbandonati alla calda Milano da amici e parenti d...

Recensione di del 17/07/2010

Da Giulia

62 € Prezzo
8 Cucina
7 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 62 €

Recensione

Abbandonati alla calda Milano da amici e parenti decidiamo di concederci un sabato di villeggiatura andando in cerca di un buon ristorante di pesce.
Dopo qualche consultazione, sulla carta e sulla rete, la nostra scelta ricade sul ristorante Da Giulia. Prenotiamo all’ultimo minuto e, complice il puntuale svuotarsi della città, troviamo posto senza difficoltà.
Il ristorante è sito in una piazzetta pedonale, ha due aree esterne per mangiare all’aperto, entrambe riparate da piante; una che si estende sulla piazzetta, non disponibile la sera in cui siamo capitati, e un’altra che corre lungo la vetrina del ristorante. Causa mia avversione per l’aria condizionata ci facciamo accomodare all’aperto. Dell’interno sbircerò le tonalità pastello, l’arancione su tutti, alternato al bianco, nulla da dire sull’ambiente se non fosse per le palme finte, piuttosto ingombranti e di dubbio gusto.
Il cameriere giunge con solerzia a raccogliere le ordinazioni e in men che non si dica ci porta il vino di nostra scelta, un Alcamo. Adagiato nel ghiaccio dentro una simpatica borsa di plastica, ci accompagnerà con leggerezza e profumo lungo il corso della cena.
Nella cucina di Giulia la Sicilia la fa da padrone, non posso non provare l’insalata di gamberi rossi di Mazara marinati alla catalana, mio marito invece si dedica un piatto di spaghetti alla chitarra con vongole veraci e crema di zucchine.
Trovo i gamberi davvero deliziosi, serviti crudi insieme ad agrumi, pomodori e cipolle, si "sciolgono in bocca" in una carezza di sapori. Assaggio anche il piatto di mio marito, molto buona la pasta fatta in casa e molto delicato l’insieme delle vongole e delle zucchine.
C’è più di un motivo se siamo qui e uno di questi è la grigliata mista di pesce che ci aspetta per secondo.
La scelta dei pesci è piuttosto pregiata, ci sono scampi, gamberoni, gamberi, tonno, pesce spada e branzino insieme agli immancabili calamari. Anche se la griglia non è quella vera il profumo e la qualità ci sono tutti. Apprezziamo con gusto fino all’ultimo guscio.
Giunti a questo punto ci sentiamo soddisfatti, ma cadiamo in tentazione quando il cameriere sciorina la ricca lista di dolci.
Per me arriva un cannolo siciliano e per mio marito la cassata. Sgranocchio allegramente il mio dolce godendomi il morbido contenuto, anche questa scelta è stata buona.
La cena si chiude con due caffè e un digestivo offerto dalla casa.
Nel complesso direi un buon ristorante, sia per qualità dei prodotti che per la presentazione dei piatti e, considerando che siamo a Milano, anche il prezzo è all’altezza delle aspettative.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.