In zona Brera, un martedì sera, due amici cercano ...

Recensione di del 17/03/2009

Convivium

64 € Prezzo
7 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 64 €

Recensione

In zona Brera, un martedì sera, due amici cercano un ristorante dove cenare velocemente e, possibilmente, bene! Diretti verso i soliti posti conosciuti, veniamo attirati da questo ristorante di bell'aspetto, un po' Newyorkese!
Decidiamo di provarlo senza prenotazione, ma visto l'orario troviamo posto in un locale semivuoto, che però dopo circa un'ora sarà completo (alla faccia della crisi).

Il ristorante è elegante senza esagerare: un'unica grande sala ad elle con soffitti molto alti, che permettono di sfruttare le pareti da una parte per esporre un notevole numero di bottiglie di vino e dall'altra per giocare con coreografie chiare che illuminano un ambiente in cui il marrone è il colore dominante. Dello stesso colore sono infati le tovaglie in cotone e le divise dei camerieri, oltre alle pareti.
Sui tavoli una piacevole candela, bicchieri in vetro adatti alle varie qualità dei vini, e delle belle posate in acciaio con manico in simil-madreperla, completano l'opera.

Appena ci accomodiamo in un angolo con vista sulla strada ci viene chiesto il tipo di acqua preferito, vengono serviti tre tipi di pane e ci vengono consegnati i menu e la lista dei vini.
Nel menu sono presenti alcuni piatti del giorno ed un elenco abbastanza ampio di piatti tradizionali, sia di carne che di pesce.
Nell'attesa della nostra scelta arriva una focaccia fragrante, che stimolerà subito la fame!
Decidiamo per un antipasto ed un secondo a testa. Un piatto di culatello di Zibello con burro e crostini di pane nero, buono ed abbondante. Un Pata Negra, abbondante e di qualità normale.
Come secondi, concordiamo per un filetto alla Voronoff, che arriva già pronto in tavola e quindi con la crema che tende leggermente a raffreddarsi e rapprendersi. Carne tuttavia ottima e cucinata bene. Personalmente preferirei, oltre alla cottura al tavolo, un gusto leggermente più forte della crema.

Come vino, scelgo un Guidalberto di Bolgheri del 2006, che - dopo aver sbagliato a portare la prima bottiglia - viene sevito adattando i bicchieri al tipo di vino.
Come sempre un'ottima bottiglia, forse ricaricata un po' troppo (30 €).
Per finire il dessert, un ottimo ed abbondante bonnet ed un'altrettanto piacevole torta di mele calda.

Un solo caffè per l'amico e conto finale da 128 €, normalmente caro per Milano e la zona!

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.