Enoteca con cucina aperta da poco più di un anno i...

Recensione di del 12/12/2005

Celanto a Settembre

40 € Prezzo
8 Cucina
5 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 40 €

Recensione

Enoteca con cucina aperta da poco più di un anno in via Teodosio, in fondo alla via Palmanova. L’arredamento è un po’ asettico, quasi ospedaliero per l’eccessivo uso del bianco, i muri sono spogli e l’illuminazione forse eccessiva.
Tavoli in legno abbastanza grandi apparecchiati con tovagliette all’americana. Posate e bicchieri sono invece di buona qualità.
La cantina offre un ampia scelta di vini bianchi e rossi, italiani ed esteri, a prezzi accessibili e impossibili. La cucina propone specialità di mare e di terra: una scelta di 4 o 5 antipasti, altrettanti primi piatti e una decina di secondi piatti. Il menu cambia ogni tre/quattro mesi, a seconda della stagionalità dei prodotti utilizzati.

Ho provato questo ristorante in più di un’occasione e posso testimoniare l’ottima qualità della cucina: piatti elaborati di ottima fattura e utilizzando ingredienti di prima scelta. Devo però anche sottolineare il fatto che troppo spesso il servizio appare approssimativo e distratto.
Nell’ultima occasione ho voluto provare il menu di mezzogiorno, a pranzo infatti vengono proposti alcuni piatti unici o combinazioni primo più secondo a 15 euro.
Siamo in tre: prendiamo due piatti unici composti da polenta, cotechino e lenticchie, un piatto di pizzoccheri e una tagliata di manzo servita con patate al forno.
Dopo un quarto d’ora ci informano che la polenta è finita, chiedo allora di poter cambiare ordine, ma mi informano che non è possibile in quanto cotechino e lenticchie sono già pronte. Per riparare all’errore ci offrono due dolci. Gli va bene che siamo dei golosi.

I pizzoccheri sono ottimi, sia come impasto, sia come cottura, il condimento saporito ma non troppo unto. Non mangiavo pizzoccheri così buoni da diversi anni, a Milano poi penso di non averne mai assaggiati così. La porzione è generosa. La carne della tagliata è di prima scelta, tenerissima e cotta al punto giusto, le patate croccanti e ben aromatizzate e salate.
Il cotechino gustoso e burroso è accompagnato da lenticchie ben preparate. Peccato per la mancanza della polenta (che si sente) e del pane, giunto successivamente alla seconda richiesta.

Come dolci scegliamo il tortino di cioccolato (buono ma non eccezionale; dopo aver mangiato quello della Taverna Visconti tutti gli altri flan appaiono come mal riuscite imitazioni) e la creme brulé, molto delicata.

Il menu descritto più due bottiglie da 0,75 l di acqua naturale e tre caffè ci sono costati 33 euro.
Un ottimo prezzo vista la buona fattura dei piatti e la generosità delle porzioni. Peccato per la sensazione di scarsa organizzazione e l’approssimazione del servizio.

I prezzi alla sera sono un po’ più elevati (circa 30-40 euro a testa bevande escluse), forse un po’ troppo elevati vista la zona in cui è inserito.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.