Mi trovavo a Milano per lavoro e la sera, ospite a...

Recensione di del 11/10/2011

Casa Tua Osteria

25 € Prezzo
4 Cucina
5 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Mi trovavo a Milano per lavoro e la sera, ospite a casa di un amico, stanco della giornata, si conviene per una cena rapida in un qualche locale poco lontano da casa. Nonostante fossero arrivate le 22:00, cerchiamo un ristorante tranquillo e magari dove poter assaggiare qualcosa di buono. Ma i ristoranti della zona, conosciuti, sono ancora tutti pieni.
Ormai stanchi di vagare, entriamo in questo locale: le sale sono gremite, ma il cameriere ci trova rapido due posti. Alla faccia della cena veloce ma tranquilla! Tavoli di piccole dimensioni, talmente vicini l’uno all’altro da doversi scusare con il vicino ogni qualvolta si “sconfinava” con il braccio sul suo tavolo. Il rumore è assordante. L’illuminazione è data da lampade alle pareti con luce proiettata sulla superficie mattoni senza intonaco. Luce di candele infilate su bottiglie in mezzo ai tavoli. Amo la luce soffusa a tavola, ma in questo caso si fatica a vedere.
L’ambiente è arredato con la semplicità ed essenzialità di un rustico di campagna, ma lascia intravedere gli ottimi interventi di restauro e adattamento moderno delle strutture interne con complementi e sostegni in ferro. Alle pareti, simboli e ricordi della Milano o di un’Italia passata.
Le tavole, preparate con tovagliette all’americana di carta rustica, un bicchiere per l’acqua e le posate. Passa poco tempo e ci viene subito servito un appetizer: crostini di pane con pancetta e bruschettine al pomodoro. Nulla di particolare. Il cameriere ci porge il menu: piatti tradizionali toscani. Considerata l’ora non ci sembrava il caso di ordinare una cena completa e decidiamo per limitarci ad un secondo piatto; per me agnello al forno e per il mio amico cosciotto di maiale al forno, contorno di patate al forno per due. Una bottiglia d’acqua demineralizzata.
Non attendiamo molto la portata. I piatti sono abbondanti ma mal presentati. La carne nuota nel sugo (grasso) del fondo di cottura. Alcuni pezzi di agnello sono teneri e saporiti, altri immangiabili perché duri o pieni di grasso. Il cosciotto di maiale, più magro, ma anch’esso nuota nel grasso di cottura. Le patate al forno sono inzuppate di olio. Lasciamo metà sul piatto. Ordiniamo due sorbetti alla mela verde e due caffè. Non vedo l’ora di uscire. Sorseggio il caffè e vado dritto alla cassa per il conto. Non si riusciva a parlare per l'intensità del rumore!
Faccio fatica a capire come locali di questo tipo, che vantano cucina toscana con pochi piatti ma dai sapori attesi, possano deludere a tal punto. Resta il fatto che il locale era comunque pieno di clienti, nonostante i prezzi alla carta non siano neppure tra i più economici. Servizio e cucina da grande mensa aziendale in un ambiente all’insegna del prêt-à-porter milanese. Conto finale per due secondi, una bottiglia d’acqua, due caffè e due sorbetti, 49 euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.