Invogliati dall'idea di un brunch domenicale e dal...

Recensione di del 18/11/2007

California Bakery (V.le Premuda)

28 € Prezzo
5 Cucina
8 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 28 €

Recensione

Invogliati dall'idea di un brunch domenicale e dal gran parlare che si fa di questo locale, prenotiamo un tavolo per la domenica. Sappiamo infatti che il locale è affollatissimo e soprattutto per il weekend si può solo prenotare. Prenotiamo per le 14. Ci fanno accomodare alle 14.14. I tavoli sono molto vicini gli uni agli altri, le sedie pensate per fisici filiformi.
Ci viene servito del succo d'arancia evidentemente preconfezionto e un vassoio con creme di formaggio, tonno e peperoni accompagnato da deliziose fette di pane ai cereali e bagel.
Il menu è articolato, forse troppo. Colazione, pranzo, cena, brunch, delivery, aggiunte e opzioni è un labirinto in cui è facile perdersi.
La nostra scelta cade su hamburger accompagnato da patate hash brown (cipolla e rosmarino) e bagels. Bagels (sorta di morbido pane burroso per chi non lo sapesse) accompangati da scumble eggs (uova strapazzate) e salmone affumicato. Benedict eggs (uova in camicia). Possiamo rifornirci di caffè solubile a volontà. Il mio hamburger è buono ma cotto troppo e di scarso sapore. Le uova strapazzate sono insipide. L'uovo in camicia risulta invece gradevole. Negative anche le patate, tiepide e troppo troppo insaporite di cipolla. Il colpo di grazia arriva con i dolci. Azzardiamo una pumpkin cake (torta di zucca) ribattezzata prontamente dai commensali "cartone alla zucca" per la totale assenza di sapore sia dell'impasto che della "crema" (il virgolettato è d'obbligo!) e una cheescake ai frutti di bosco che risulta anch'essa anonima (se ne trovano di meglio al supermercato, vi assicuro!).
Non paghi ordiniamo anche uno shake al mirtillo che risulta essere un bicchiere di latte tiepido con aggiunta di succo di lamponi.
Il servizio è abbastanza lento. Le cameriere sembrano padroneggiare poco l'italiano e alzarsi per raggiungere l'agognato nescafè americano è macchinoso. Quando ci portano il conto scopriamo che un'aggiunta di uova strapazzate all'hamburger costa la bellezza di 6 euro.
Nell'insieme ci resta l'impressione di un pacchetto ben confezionato (il locale è innegabilmente ben arredato e "tematizzato") dal contenuto ahimè assai deludente. Se cercate un buon brunch a Milano forse questo non è il posto giusto.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.