Faccio una piccola premessa: non sono una grande m...

Recensione di del 23/08/2012

BBQ

55 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 55 €

Recensione

Faccio una piccola premessa: non sono una grande mangiatrice di carne, non l'acquisto e non la cucino da anni, la mangio solo quando sono ospite a cena e in rare altre occasioni, ma in questo ristorante l'ho potuta apprezzare e gustare come non mai.

Siamo stati al BBQ per la cena di giovedì 23 agosto, con una Milano ancora abbastanza vuota, non abbiamo infatti avuto nessun problema di parcheggio, ma durante l'anno credo che date le strisce bianche riuscire a lasciare la macchina sia una mezza impresa.

Già visto da fuori il ristorante si presenta bene, ci sono quattro vetrate, davanti a una delle due centrali c'è una panchetta di legno per i fumatori con posacenere vintage e di fianco una porticina che si apre su una stanza dove a sinistra c'è un bel bancone di legno da bar con due sgabelli, a sinistra una saletta diciamo di bellezza, un piccolo tavolo intarsiato nel mezzo, scaffali con libri, piante, oggetti vari, a destra una sala più grande per al massimo una ventina di coperti e scendendo un gradino un'altra sala più piccola dove si trova una anche una porta, che credo sia quella del bagno che mi hanno detto essere molto bello. Noi abbiamo cenato nella seconda sala, caratterizzata da uno specchio davvero grande su un lato e da uno rettangolare sul muro di fondo, che dà ampiezza e respiro. Su un altro muro c'è una cartina di una parte di Milano dipinta a mano, davvero originale, e poi quadretti, lampade di vetro, ancora piante. I muri sono in parte panna e in parte rosso mattone. L'illuminazione è perfetta. L'effetto generale è di ricercatezza senza voler strafare, calore e attenzione per i dettagli. Ideale per gli amici e perfetto per una serata a due.

Ci serve in parte il proprietario e in parte una ragazza, entrambi cortesi, attenti e spiritosi.

A tavola troviamo il pane e dei pezzetti di focaccia tiepida molto graditi e spazzolati in due secondi. Arriva subito l'acqua, imbottigliata da loro e accompagniamo tutta la cena con due bottiglie di Primitivo di Manduria Feudi di San Gregorio 2010, vino splendido, e nonostante i 14 gradi non è risultato assolutamente pesante, profumato, un bel rosso rubino scuro.
Oltre ai piatti presenti sul menu, ci sono quelli del giorno, riportati con il gessetto su una bella lavagna.
Prendiamo: stracciatella che arriva con insalata e pomodorini, condita già con un filo d'olio e accompagnata da due sottili fette di pane croccante; caponata di melanzane; crostini con lardo e miele; scamorza con acciughe su letto di trevisana. Questo antipasto l'ho preso io ed è risultato eccellente: la trevisana era tagliata a julienne, la scamorza affumicata calda e fusa al punto giusto con le estremità croccanti e un pochino abbrustolite e dentro delle belle acciughe. Pensavo che i sapori non collimassero e invece ho dovuto ricredermi. A parte la caponata ho assaggiato anche gli altri due antipasti, entrambi buoni, ma i crostini con una marcia in più.

Per il secondo mi lascio convincere e prendiamo tutti e quattro la fiorentina: arrivano due piatti bollenti con sopra una quantità di carne davvero considerevole, già tagliata e con tutto l'osso. E' al sangue come richiesto, saporita e molto morbida, condita con olio e pepe è una favola. Volendo si può condire con una salsina preparata da loro, a base di olio e aromatiche, buona ma sovrastava il sapore della carne.

Osiamo anche con i dolci: tarte tatin con gelato, torroncino con e senza caffè, ananas. Io ho preso la tarte tatin che ho trovato molto ben preparata. Tutti i dolci sono stati presentati bene e le porzioni per nulla risicate.

L'unica cosa che mi ha lasciata perplessa, ma che credo potrebbe fare sorridere a riportarla, è stata la bottiglia dell'olio che è senza etichetta, ma è quella dell'olio Carli, certamente comoda per via del tappo dosatore, ma l'ho trovata un po' stonata, forse comunque i miei sono solo pregiudizi.

Conto: bo! Non abbiamo pagato noi ma credo che la cifra sia stata tra i 50 e i 60 a testa. Il coperto 2,50 cad, la fiorentina 50 euro per due (non ci sono le solite storie dei chili da pesare), gli antipasti dagli 8 ai 12 (quelli riportati sulla lavagna non avevano il prezzo), i dolci non avevano il prezzo, il vino non ho visto ma direi tra i 15 e i 20 in base al ricarico. Certo non una cena economica, ma ogni tanto ne vale la pena e comunque prendendo solo la fiorentina e un antipasto e magari bevendo al calice, il conto scende.

Una nota: anche in questo ristorante è tranquillamente possibile riuscire a cenare bene senza mangiare carne, visto che ci sono anche diversi primi molto interessanti.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.