Domenica sera dopo il cinema, ci troviamo a Milano...

Recensione di del 13/06/2010

Asmara

15 € Prezzo
7 Cucina
6 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 15 €

Recensione

Domenica sera dopo il cinema, ci troviamo a Milano in zona viale Tunisia. Sono quasi le dieci di sera, noi siamo piuttosto affamati e, pur non avendo prenotato, vorremmo un locale dove poter consumare un pasto veloce che non sia il panino dell’ultimo momento. Vediamo che in zona c’è un pullulare di ristorantini etnici, con cucina tipica africana, in particolare etiope ed eritrea.

Ci affidiamo al caso ed entriamo nel ristorante Asmara. La proprietaria ci accoglie con un largo sorriso e ci fa accomodare ad un tavolo per due. Il locale consta di due sale, una al piano terra e una al piano superiore. Il ristorante Asmara, semplice e spartano come una trattoria, dona agli avventori un po’ della cultura e dei valori del popolo eritreo. Lungo le pareti molte fotografie d’epoca e, appena sotto il soffitto, una fila di stampe raffiguranti vari personaggi. La gentile proprietaria ci spiega che raffigurano i diversi gruppi etnici eritrei (Tigre, Nara, Kumana, Afar, Bilen, Rashaida, Hidareb, Saho) nei loro costumi tipici. La musica di sottofondo, proveniente direttamente dalla terra d'Eritrea, aiuta a immergersi nell'atmosfera creata dallo stile del locale, dai dipinti e dagli oggetti caratteristici posti ovunque si volga lo sguardo.

Leggendo il menu, vediamo che la cucina tipica eritrea è caratterizzata da piatti unici, a base di carne, tagliata a piccoli pezzi e cotta in salse speziate, spesso piccanti, come la salsa Berbere. Il nome che viene dato a questa preparazione, ingrediente base dei piatti principali, è Tzebhi che viene servito insieme ad altre verdure e legumi, cotti in diversi modi.
Ordiniamo due piatti unici: uno zighini ed un cous cous, accompagnati da una birra e dell’acqua naturale.
Il servizio è celere ed efficiente. Dopo una decina di minuti di attesa, ecco comparire i nostri due invitanti piatti.
Lo zighini è composto in maniera caratteristica: sulla base del piatto di portata, dal quale si mangia direttamente con le mani, viene disposto il pane tipico eritreo, non lievitato e dalla consistenza spugnosa, l’Ingera, che nella tradizione è cotto su una piastra arroventata, solitamente di pietra, come nelle cucine tradizionali eritree. Al centro del piatto viene posto lo Tzebhi, accompagnato dalla salsa Awaze, ricavata da diverse erbe, rossa e piccante. Intorno, sui bordi, sono disposti insalata fresca, verdure cotte e lenticcchie.
Il piatto di cous cous si compone in maniera analoga allo zighini con una sola variante: in sostituzione del pane, al centro del piatto di portata, è collocata una cupola di cous cous bianco, da accompagnare ai contorni descritti in precedenza.

I due piatti sono squisiti, la carne è tenera e saporita, le salse sono cautamente piccanti e speziate, le proporzioni tra i vari ingredienti rendono le pietanze deliziose.

Soddisfatti, senza dilungarci ulteriormente, andiamo direttamente alla cassa per il conto che si rivela onestissimo. Un totale di 31 euro così composti: € 3 per i due coperti, zighini € 10,50, cous cous € 10,00, un litro di acqua € 2,50, una birra media € 5,00.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.