Giovedì 26 luglio, cena con i colleghi di lavoro p...

Recensione di del 26/07/2007

Amici della Birra

45 € Prezzo
6 Cucina
5 Ambiente
4 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 45 €

Recensione

Giovedì 26 luglio, cena con i colleghi di lavoro per i classici saluti prima delle tanto sospirate ferie estive. Una collega mi segnala questo birreria/steak house per la qualità della carne proposta. Il ristorante è vicinissimo alla fermata metropolitana di piazza Udine (linea verde) ma anche con l’ automobile non è difficile trovare un parcheggio nelle vie adiacenti. La prenotazione è consigliata.

Siamo un bel gruppo di quattordici persone, la serata è calda e nell’attesa dei soliti ritardatari qualcuno si fa portare un bel calice di birra.
Alle 20,45 entriamo nel ristorante, formato da un’unica sala che può contenere circa ottanta persone. Su un lato della sala domina il bancone del bar con un andirivieni continuo di camerieri. L’ arredamento è essenziale, direi spartano. Un grosso tubo di rame per il condizionamento dell’aria attraversa tutto il locale. Gli alti soffitti ci ricordano che il locale era originariamente una fabbrica che è stata poi trasformata in ristorante.
I tavoli e le sedie sono in legno e pur essendo abbastanza distanziati fra loro non offrono un minimo di privacy in quanto il locale è molto rumoroso e per poter parlare occorre quasi gridare. Ogni posto a sedere ha in dotazione una tovaglietta di carta con evidenziate le marche di birra servite nel ristorante, un tovagliolo di stoffa bianco e azzurro a quadretti, forchetta e coltello.

Dieci minuti dopo che ci siamo accomodati, il cameriere viene a prendere le ordinazioni. Come detto la specialità della casa è la carne argentina alla griglia che viene servita in forma di fiorentina (800-900 grammi), di filetto e di tagliata. In attesa della carne chiediamo un assaggio dei tre tipi di focaccia presenti a menù. La focaccia è abbastanza alta e ci viene servita in piatti rotondi, divisa in cinque fette. Il primo tipo è la classica focaccia con prosciutto cotto e brie (7). Seguono la focaccia con pancetta e scamorza decisamente saporita (7) e la focaccia al prosciutto crudo, mozzarella e pomodoro, a mio avviso quella dal gusto più equilibrato, sicuramente la migliore (8).

Da bere chiediamo una bottiglia di Morellino di Scansano, buono ma caro (25,00 Euro) e per due tipi di birra: una Weissbier Franziskaner non filtrata e una più normale Stella Artois. La birra che ci viene servita in “tubi” di vetro da due litri con beccuccio per spillatura. Buone entrambe, con preferenza personale per la prima. Qui si evidenzia una pecca gravissima nel servizio! Il cameriere invece di darci dei classici calici da birra, ci rifila dei normali bicchieri d’ acqua minerale a fondo piatto con la scusa che il locale è pieno (non è vero) e non ha più bicchieri da birra! E’ incredibile che una birreria sia sprovvista di bicchieri da birra!

La carne invece fa onore al locale, la fiorentina è morbida e gustosa (8) e viene servita con delle verdure saltate (peperoni, fagiolini, patate e carotine)

Buono e tenero anche il filetto (8) e la tagliata (8). Altra pecca nel servizio: le fiorentine, richieste a diverso grado di cottura, vengono consegnate alle rinfusa. Io mi trovo per le mani una costata al sangue a fronte di una richiesta di cottura media, un altro commensale si ritrova nel piatto una costata decisamente troppo cotta a fronte di una richiesta di bistecca al sangue. Come dessert il locale propone solo semifreddi industriali e una torta mandorle e miele, buona. Finiamo con caffè e amari.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.