Un amico mi suggerisce di andare a mangiare Al Cap...

Recensione di del 07/05/2006

Al Capriccio

35 € Prezzo
4 Cucina
5 Ambiente
3 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 35 €

Recensione

Un amico mi suggerisce di andare a mangiare Al Capriccio, mi esalta i piatti, il servizio, la cortesia, la freschezza del pesce, quindi decido di andar a mangiare li con il mio ragazzo…
Vabbè partiamo con il fatto che è domenica sera e quindi non è il giorno migliore per mangiare il pesce… Arriviamo in via Washington e giriamo per mezzora cercando il parcheggio. Finalmente riusciamo a parcheggiare.

Entriamo e l’ambiente è decisamente piccolo, nessuno ci accoglie e aspettiamo circa dieci minuti prima che qualcuno ci dica che possiamo sederci dove preferiamo, poi alla fine ci fanno sedere in un angolino davanti alla porta della cucina, accanto a un armadio che per tutta la nostra permanenza hanno continuato ad aprire e chiudere sbattendo lo sportello addosso al mio ragazzo senza chiedere una volta scusa.
La cucina a vista ci dà un senso di sicurezza, il bancone del pesce è praticamente vuoto.

La cameriera di porta il menu e al momento della scelta, siamo costretti a cambiare i programmi io opto per un carpaccio di tonno e il mio ragazzo per una zuppa di cozze,e dei gianchetti crudi, come secondo prendiamo un fritto misto e un’aragosta ai ferri.

Arrivano gli antipasti e devo dire che il carpaccio non è male, si sente che il pesce è fresco peccato che il gusto viene coperto da qualcosa che non riesco a capire cosa sia: poi ho chiesto il nome dell’erba che avevano messo nel carpaccio ma purtroppo mi sono dimenticata; la zuppa di cozze si è trasformata in un misto cozze, lupini e altri frutti di mare: veramente misera e devo dire che il ne ho mangiate di migliori.
Il carpaccio di gGianchetti è ridotto ma si sente che sono freschi.

Abbiamo condiviso un tovagliolo per tutto l’antipasto, in quanto mancava al tavolo un tovagliolo e il personale non rispondeva quando veniva interpellato.

I secondi sono arrivati dopo un’infinità di tempo, forse era meglio se non arrivavano proprio.

L’aragosta che ci era stata consigliata e decantata per la sua freschezza: doveva essere viva ma in realtà, a mio parere, la povera aragosta la vita l’aveva lasciata da mlto tempo; era di dimensioni ridotte, un’aragostella, senza antenne, cotta veramente troppo, immangiabile.
Il fritto misto non è stato niente di speciale ma almeno lo si è potuto mangiare.

Basta così, il titolare si è avvicinato al tavolo e ci ha chiesto se desideravamo altro e vedendo che l’aragostina era praticamente tutta nel piatto, si è scusato per la cucina e ci ha chiesto se poteva prepararcene un’altra. Abbiamo ringraziato, ma preferendo evitare abbiamo chiesto il conto che naturalmente era al netto dell’aragosta.

70 € in due: acqua, antipasti, un secondo, due calici di vino bianco.
Sono molto delusa ma il titolare è stato un signore.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.