Con la dolce metà decidiamo di sperimentare la Tra...

Recensione di del 23/10/2009

Acquasala - Trattoria Pugliese

38 € Prezzo
4 Cucina
6 Ambiente
5 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Negativo
Prezzo per persona bevande incluse: 38 €

Recensione

Con la dolce metà decidiamo di sperimentare la Trattoria Pugliese Acquasala di via Ripa di Porta Ticinese 71, Milano. Il ristorante l’ho trovato su Google digitando trattoria pugliese Milano e successivamente ho letto alcune recensioni positive su ilmangione.it. Io e mia moglie avevamo voglia di rinfrescare i sapori del Salento dove da 15 anni trascorriamo le nostre vacanze estive; decide di unirsi a noi, in maniera imprevista ma molto gradita, anche nostro figlio.
In tre alle 20:30 ci presentiamo all’entrata del locale dove avevamo prenotato per tempo. Veniamo accolti ed accompagnati nella sala interna senz’altro più accogliente e gradevole rispetto alla zona d’ingresso ove sono sistemati alcuni tavoli. Ci viene assegnato il tavolo 46.

Nell’attesa dell’ordine ci vengono servite tre bruschettine ed un pezzettino di salame di cavallo, poi si comincia con i tre antipasti: due piatti di cozze gratinate ed un piatto di pittule olive e porri.
Le cozze gratinate non si presentano bene, il mollusco è completamente scoperto ed il composto di pan grattato, poco amalgamato e privo di sapori, risulta non distribuito sul frutto. Il costo (9,50 euro a porzione) risulta, a mio parere, anche elevato considerato che in ogni piatto ci saranno state non più di 10/13 cozze per un totale di circa 0,5 kg complessivi.
Per curiosità assaggio anche qualche pittula (8,50 euro), scelte da mio figlio, lo definirei un piatto anonimo senza infamia e senza lode.

Il ragazzo salta il primo mentre io e mia moglie ci buttiamo rispettivamente su delle orecchiette con gamberi e cima di rape (11,50 euro) e zuppa di cipolle gratinate (9,50 euro). La zuppa viene giudicata da mia moglie deludente: la cipolla era spappolata e la caciotta che la ricopriva non era nè sciolta nè ben amalgamata.
Il mio piatto di orecchiette è stata un’altra delusione. Per prima cosa non sono certo che le orecchiette fossero fatte in casa (va detto che neppure mi era stato detto), son invece certo che erano insipide e prive di qualsiasi sapore.

Mio figlio sceglie come secondo uno dei suoi piatti preferiti il fritto misto che sinora mai era stato avanzato. Il fritto misto di acquasala è composto da anelli di calamari, alici, triglie ed acquadelle.
Chiediamo di escludere le triglie perchè a mio figlio non piacciono. Il fritto, servito nel classico cartoccio, oltre ad essere insipido si presente molliccio per nulla croccante come un buon fritto solitamente dovrebbe essere (costo 15 euro). Mio figlio sforzandosi mangia solo i calamari ed avanza tutto il resto.

Io purtroppo avevo già ordinato le mie alici fritte (costo 9 euro) mi ritrovo quindi con un piatto che è l’esatta fotocopia di quello sopra descritto, in poche parole non buono. Lo mangio unicamente perché ho fame ed ho ormai capito che non è serata e non vale la pena ordinare altro.
Mia moglie mangia un’insalatona salentina (costo 8 euro) composta da lampascioni, radicchio, acciughe e scamorza. Niente di particolare.

Il ragazzo che ovviamente ha ancora fame ordina il dolce: un tiramisù (5 euro) credo l’abbia mangiato unicamente perché lo stomaco reclamava.
La serata è stata bagnata da acqua minerale (un litro costo 3 euro) e da una bottiglia di rosato Negramaro Cantelli (costo 16 euro). Il vino alla fine è stata la cosa migliore della serata anche se conoscendo la zona e rifornendomi da alcuni produttori locali ritengo il ricarico un po’ troppo elevato. A mio avviso un prezzo equo sarebbe stato 12/13 euro, in ogni caso ribadisco il giudizio positivo sulla qualità del vino.
Il cameriere a fine cena premurosamente ci ha chiesto se eravamo rimasti soddisfatti purtroppo non ho potuto che partecipargli in maniera garbata la nostra grande delusione.
Conto ttale 112 euro (fattura n. 090432/08 del 23.10.09).
All’uscita al momento del pagamento il titolare, forse perché già informato dal cameriere, si è guardato bene invece dal chiedermi un giudizio.
Concludendo: una serata negativa. Rileggendo le altre recensioni del ristorante ho pensato di essere capitato nella serata sbagliata oppure di aver scelto i piatti errati (forse meglio i sapori di terra). Sinceramente non so cosa pensare, di certo so che oggi, ancora a distanza di giorni, è un ristorante che non mi sento di consigliare e neppure di riprovare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.