Su questa recensione è stata aperta una discussion...

Recensione di del 21/11/2007

Acqua e Sale - La Paranza Imperiale

47 € Prezzo
5 Cucina
3 Ambiente
2 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 47 €

Recensione

Su questa recensione è stata aperta una discussione nel nostro forum: clicca QUI per leggerla e parteciparvi

Ceniamo sabato sera alle ore 20.30 in questa trattoria di pesce pugliese che si trova in zona Isola, parcheggiamo qualche centinaio di metri dal locale e ci presentiamo puntuali. Il posto ci è stato consigliato da amici affidabili e siamo curiosi di provarlo.
Il locale è piccolo e stipato di tavoli, sulla destra appena entrati il banco del pesce e la cucina a vista.
Ci fanno accomodare su di un tavolino da bar, un quadrato di cinquanta centimetri di lato, praticamente attaccato agli altri due tavoli di fianco, ci portano subito il pane in un sacchetto da panetteria che da solo copre un quarto dello spazio del tavolo.

Menu di carta plastificata con proposte di pesce classiche, in lista solo tre primi rapidamente ci chiedono come vogliamo l’acqua e il vino, ci vengono elencati quattro bianchi e cosi per avere la possibilità di una scelta migliore chiedo la carta dei vini, la signora che ci serve chiama un altro cameriere che da lontano “la carta non l’abbiamo la stiamo aggiornando“, chiedo se hanno dei bianchi pugliesi, ”in Puglia i bianchi non sono buoni abbiamo solo rossi”, rimaniamo un po’delusi visto che all’ingresso c’è un cartello ”cucina pugliese e piccola enoteca”. Prendiamo un Fiano non mi ricordo la cantina, visto la temperatura del locale chiedo una glassette e ci viene portato un contenitore di plastica bombato molto ingombrante, ci chiediamo come faranno a starci i piatti. Siamo perplessi.

Chiediamo del gratinato come antipasto e non c’è, la frittura la fanno solo due giorni la settimana, chiediamo spiegazione riguardo i primi e dopo la spiegazione degli ingredienti ordiniamo:
Penne con vongole, pescatrice e calamari, niente di trascendentale, pesce fresco, ma poco gusto di mare (6). L’altro primo doveva essere gamberi e zucchine come da spiegazione del cameriere, arriva invece un piatto con vongole zucchine e un gambero, poco sapore di mare anche in questo (5) le nostre perplessità cominciano a diventare certezze.

Appena finiti i primi ci chiedono se vogliamo subito i secondi, dico di aspettare un attimo. Per me grigliata mista pesce, buona la materia prima (6,5) e per la mia compagna astice alla catalana, deludente, servito diviso a metà condito con sedano carote pomodorini e cipolla, tanta verdura e poco astice dopo un po’ viene portata la pinza per le chele, mi dicono che sa poco di catalana (4).
Tutto questo su di un tavolino micro e facciamo fatica ad incastrare il tutto.Visto la vicinanze dei tavoli abbiamo passato parte della serata chiacchierando con una coppia di simpatici signori, impossibile avere un po’ di privacy. Il vino dai noi scelto è un mediocre Fiano fattoci pagare 20 Euro.

Anche i nostri vicini di tavolo erano un po’ delusi dal ristorante sia per la qualità del servizio che per le pietanze. Passiamo ai dolci che ci dicono fatti in casa, ma abbiamo dei dubbi sulla base di pasta che sembra da supermercato. Due caffè normali.
Ma ecco la ciliegina sulla torta, ore 22.08 due minuti dopo il caffè ci chiedono se vogliamo il conto, che fretta mi chiedo, avrei anche potuto bere qualcosa a fine cena, ci chiedono ancora del conto e così paghiamo, dopo altri due minuti ci chiedono se possiamo lasciare il tavolo perché gli serve, non abbiamo voglia di fare discussione, se il locale fa doppio turno me lo devi dire al momento della prenotazione, non si cena a cottimo.

Per avere mangiato su di un tavolino minuscolo incastrando bicchieri e piatti, vino mediocre con ricarico spropositato, lista dei vini assente, piatti senza mordente anche se la materia prima è accettabile, serviti da personale incompetente e improvvisato, abbiamo speso 95 euro e poi dopo avere pagato siamo stati praticamente cacciati dal locale. Penso una delle esperienze in assoluto più sconcertanti in tanti anni di frequentazione di ristoranti, mi chiedo sempre poi come facciano questi posti ha essere sempre pieni, tipico posto milanese ti spenno-non vieni più-chissenefrega-avanti il prossimo.
Rapporto qualità/prezzo scarso.
Due primi 20 Euro, due secondi 40 Euro, un vino 20 Euro scandaloso, due dolci 10 Euro, un’acqua 2 Euro, due caffè 3 Euro. Totale 95 Euro.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.