Questo ristorante è un grande classico ed ha il va...

Recensione di del 07/11/2010

A' Riccione

68 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 68 €

Recensione

Questo ristorante è un grande classico ed ha il vantaggio di essere uno dei pochi a base di pesce aperti la domenica sera. All’entrata, un vasto bancone espone pesci di varie dimensioni e forme e una gentile signora prende in consegna i cappotti. Il locale si compone di due sale piuttosto grandi, con tavoli eleganti e giustamente distanziati. La clientela sembra composta principalmente da “habitué”.
Veniamo fatte accomodare ad un bel tavolo rotondo (ho una predilezione per i tavoli con questa forma in quanto sono molto più “agevoli” alla conversazione) e ci viene subito servito un bicchiere di prosecco, accompagnato dal cestino con pane e focaccia. Dopo poco ci vengono anche portati i menu e la carta dei vini, entrambi con una scelta piuttosto vasta.

Cominciamo con due “mini catalana”, due “gran misto crudo” e un “misto al fumo”.
La mini catalana è servita in una fondina, su un letto di cipolla rossa e sedano, con pomodori datterini. Ci sono scampi, gamberi e l’interno di una chela d’astice, lievemente conditi. Davvero ottima! Il gran misto crudo comprende due parti: si comincia con un piatto di carpacci di pesce, poi arriva un imponente vassoio, dove, su un letto di ghiaccio, sono disposti ostriche, cozze, cannolicchi, ricci, tartufi e scampi. Tutto freschissimo, buono e ben presentato.
Interessante anche il misto affumicato in cui tonno, pesce spada e salmone ricoprono del pane tostato caldo e delle noci di burro.

Si prosegue con un filetto di ombrina alla griglia (si tratta del “pescato del giorno”, che viene poi cucinato secondo il proprio gusto), una tagliata di orata e branzino, uno “spiedino misto di Riccione”, scamponi grigliati e un fritto di scampetti.
Le porzioni sono generose, i piatti sono semplici, ma molto buoni.
Le preparazioni grigliate sono dette “alla romagnola” e vengono dapprima passate nel pan grattato e insaporite, il che le rende molto fragranti. Gli spiedini misti (cinque) comprendono moscardini, calamaretti, seppioline e gamberi. Il fritto è molto leggero e gustoso. Come contorno prendiamo due porzioni di patatine fritte da dividere, affettate tipo “chips”, discrete.

Al termine, giunge il cameriere con un invitante carrello dei dolci a cui non riusciamo a resistere, assaggiando una porzione di millefoglie e una di torta al cioccolato, entrambe molto golose, ma decisamente pesanti.
Ordiniamo anche due caffè, insieme ai quali ci vengono portati due piccoli vassoi di biscotti e pasticcini.
Abbiamo accompagnato la cena inizialmente con una bottiglia di Gewürztraminer di San Michele Appiano (20 €), ma non essendo apprezzata da alcuni abbiamo poi proseguito con una di Tocai Russiz (25 €).
Il totale è stato di 340 €, ovvero 68 € a testa, con antipasti sui 15 € (tranne il plateau di crudité a 35 € l’uno), secondi tra i 20 e i 25 €, contorni a 5 €, dolci a 9 €.
Decisamente alto il costo del coperto: 5 € a persona!
Cucina molto classica, ma con pesce che mi è sembrato di ottima qualità; servizio attento, veloce e cortese; ambiente molto classico, ma piacevole.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.