Abito a Pavia da molti anni e spesso ho sentito pa...

Recensione di del 14/02/2010

Trattoria da Simona

41 € Prezzo
5 Cucina
5 Ambiente
6 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Scarso
Prezzo per persona bevande incluse: 41 €

Recensione

Abito a Pavia da molti anni e spesso ho sentito parlare, anche bene, della Trattoria da Simona dove dicono si mangi del buon pesce. Confortati da ulteriori positive recensioni pubblicate sul sito de ilmangione.it io e il mio compagno decidiamo di cenarvi una domenica sera.
La Trattoria da Simona è ubicata a Mezzanino, un paesino sulla statale che collega Pavia al casello autostradale di Stradella sulla A21. Il locale ha un piccolo parcheggio sul retro ma, essendo al nostro arrivo già esauriti quella decina di posti auto, parcheggiamo direttamente sul ciglio della strada.
Entriamo e ci accoglie il proprietario, in tenuta informale con jeans e maglietta, e ci invita ad scegliere uno dei tavoli a due posti ancora liberi.

La trattoria ha un arredo semplice, legno a coprire la parte inferiore delle pareti, colorate nella parte superiore con un’alternanza di giallo e rosso mattone molto decisi. La tavola è apparecchiata con tovaglia in tessuto rosa, una candela accesa, calice per il vino e bicchiere per l’acqua.
Simona, la proprietaria, ci porta il menu (essenziale con tre antipasti a base di carne e tre a base di pesce, idem per i primi piatti e i secondi piatti) e la carta dei vini. Ordiniamo dell’acqua naturale e una bottiglia di Pinot nero vinificato in rosa, un Monsupello i Germogli.
Il servizio è celere e informale.

Ma veniamo alla nostra cena, in dettaglio.
Per antipasto ordiniamo un tris di carpacci di pesce su letto di insalata per me e una zuppetta di cozze per il mio compagno. Le porzioni sono enormi ma noi siamo affamati per cui accogliamo con entusiasmo la prima portata che si rivelerà purtroppo deludente. Il mio carpaccio è insapore, il salmone ha nervature dure e parti con tracce evidenti di sangue, non gradevoli né al gusto né alla vista. Il mio compagno lamenta per il proprio piatto di cozze una cottura non adeguata che lo costringe a lasciare, suo malgrado, diversi molluschi nel piatto.

Per primo prendiamo una porzione di tagliolini al nero di seppia da dividere. Presentati elegantemente con uova di lompo e pezzetti di totano, pur essendo saporiti, ci lasciano lievemente delusi perché avevamo immaginato fossero conditi con il nero di seppia ma invece sono semplicemente tagliolini aventi nell’impasto il colore nero. Per fortuna avevamo preso una porzione per due in quanto, come per l’antipasto, la porzione è enorme.

Per secondo arrivano le due grigliate miste di pesce che, ignari della quantità di cibo che ci sarebbe stata portata, avevamo ordinato all’inizio insieme a tutto il resto.
La grigliata mista contiene due tranci di salmone (fritto e unto, non grigliato), degli scampi (insapori), un’orata e un branzino dal sapore assolutamente assente. Sembrano essere stati cotti sulla griglia a temperatura altissima, bruciati all’esterno e stopposi internamente senza salmoriglio né marinatura. Mangiare buon pesce è decisamente tutt’altra cosa! Lasciamo i due terzi della grigliata nel piatto di portata.

Siamo delusi, tuttavia leggiamo la lista dei dolci. Ordiniamo un sorbetto al limone, da dividere ma avremmo fatto meglio ad evitare anche questo: pezzetti di ghiaccio galleggianti in un liquido liquoroso giallo-opaco.
Fermamente convinti che non torneremo più in questa trattoria, ci chiediamo come mai abbia avuto tanti riscontri positivi. Unica spiegazione che riusciamo a darci che forse spesso la quantità è stata premiata a scapito della qualità.
Il conto per due è pari a € 82,50 così suddiviso: due coperti € 4, vino € 15, acqua € 2, carpaccio di pesce € 12, zuppetta di cozze € 9, tagliolini € 10, due grigliate di pesce € 28, sorbetto € 2,50.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.