Brianza, terra di pesce

Recensione di del 17/05/2019

Il Gusto della Vita

47 € Prezzo
8 Cucina
8 Ambiente
7 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 47 €

Recensione

Siamo sempre alla ricerca di posti nuovi in Brianza, questa volta degli indigeni mi hanno consigliato un Ristorante che frequentavano a Monza e che ha recentemente traslocato a Meda, per cui si prenota e si va.

Posteggio non facilissimo in centro a Meda ma al secondo giro una macchina ci lascia provvidenzialmente il posto e ci incamminiamo verso il locale.

Locale luminoso e moderno, arredamento essenziale con tavoli di legno coperti da tovagliette rotonde in cuoio.

Carta dei vini ben costruita con ovvia preminenza di bianchi, abbiamo voglia di bolle e prendiamo un metodo classico della Langa, l’Alta Langa Limited Edition di Fontanafredda, prodotto con una ruvidezza iniziale che poi passa, un bel perlage, sentori di pane e mandarino. Bel Prodotto , nel complesso.

Nell’attesa ci portano un vassoio con paninetti, focaccine e fette di pane di varie farine, prettamente integrali, e spesso rivestite di semini. Molto buoni.

Menù con cinque antipasti, altrettanti primi ed otto secondi, ovviamente tutti di mare tranne una proposta per portata ( tipo il petto d’Anatra su fondo di cottura all’arancia ). Ispirano i ravioli di borragine al sughetto di cicale, le fettuccine di seppia con porro scottato, i gamberi avvolti nella pancetta con vellutata di patate, porro e tartufo.

Per il mio commensale si inizia con Pesce crudo con frutta di stagione, un piatto nero con nove bocconi ciascuno con il suo abbinamento di frutta. Il Branzino con uno spicchio d’arancia, la seppia con un lampone, la tartare con l’ananas, il gambero con la mela… Abbinamenti ben costruiti per un pesce giudicato buono.

Per me invece Capesante arrostite con purea di pomodoro, olive, sedano e fondente di pistacchio. Sono cinque capesante servite con del sedano glassato e dei confetti di pesto di pistacchio molto scuro. Bel prodotto ben esaltato dai condimenti, specie dal pesto che ha un tono quasi amarognolo.

Passiamo ai primi io prendo Gnocchi di patate con calamari, cozze e crema di piselli. Gnocco molto lungo, giusta morbidezza e giusta consistenza, calamari piccoli e croccanti, tutti appoggiati su una abbondante dose di crema di piselli che riempie il piatto. Bella combinazione di sapori fra calamari e piselli, cozze buone ma troppo prepotenti per sposarsi bene.

Per i mio commensale Paccheri di Gragnano con pesto di pistacchio e gamberi rossi. Bella presentazione, un piatto nero su cui fa contrasto un muretto di paccheri avvolti nelle salse e su cui sono appoggiati i gamberi. Pesto delicatissimo, si sente la nota del formaggio, saporito ed avvolgente, gamberi freschi e di prima qualità che però non riescono a primeggiare. Nel complesso comunque un piatto veramente buono.

Caffè e Conto finale da 94 in due, tre sono di coperto, una trentina la bolla, il prezzo giusto ed un altro locale dove vale la pena di tornare.

Foto della recensione

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.