Raramente mi sono trovato a fare recensione su un ...

Recensione di del 12/07/2011

Da Giacomino

25 € Prezzo
7 Cucina
9 Ambiente
8 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Buono
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Raramente mi sono trovato a fare recensione su un albergo. Ma sia l'isola d'Elba che la località che l'albergo ed il servizio mi hanno tentato fortemente. Ci troviamo sulla costa nord occidentale dell'isola, il viaggio non è paragonabile a quello che si fa normalmente sul continente, le strade sono piuttosto strette e piene di curve, ma la macchia mediterranea e lo strapiombo su un mare incredibilmente blu ti appagano di ogni disagio.
L'hotel è veramente poco invasivo nell'abitat del luogo, casette a non più di due piani molto ben integrate nel verde, una splendida piscina, finalmente in acqua di mare, ed una vista dalla terrazza e dalle vetrate sulla scogliera che degrada verso il mare.
Le camere sono essenziali ma dotate di ogni comfort, molto ordinate e pulite ed un terrazzo grande e ben arredato con sovrastruttura in tela chiara e legno.
Arriviamo alla cena, il posto sulla terrazza è limitato ed i titolari hanno inventato la singolarità di alternare gli ospiti una sera fuori ed una sera dentro a turno.
Non ci sono problemi di sorta, la tavola è molto ben apparecchiata, e come si usa in queste strutture durante la prima colazione si può optare per il menu della sera. Siamo appena arrivati, ma c'è possibilità di scelta.
Acqua minerale locale, finalmente in bottiglia di vetro, fonte Napoleone, e come vino scelgo un bianco Ansonica, locale, non mi senbra abbia la DOC, ma ha un suo disciplinare ben preciso che dice 85% uva bianca ansonica, più altri vitigni locali autorizzati a seconda della scelta del vinificatore.
Ha colore paglierino appena appena accentuato anche un po' dorato. Profumo intenso molto molto caratteristico, sapore mediamente secco, molto armonico, uno dei pochi bianchi a non avere retrogusti di fiori o di frutti.
Oserei dire seccamente armonico.
Arriva il primo e non abbiamo sbagliato ad affidarci alle sapienti mani della cuoca con degli ottimi gnocchi di patate fatti a mano, con un semplicissimo sugo di pomodori freschi e vari profumi, rigorosamente mediterranei.
Cristina di secondo opta per l'orata, io vado sulla terra delle scaloppine molto ben accomodate forse con sottofondo di vino.
Non amo l'orata in monoporzione in quanto in genere di allevamento del golfo della Spezia, mia patria.
Il contorno due porzioni di fagiolini coltivati in loco, infatti a lato dell'albergo vi sono coltivazioni di verdura e un bosco di splendidi limoni profumatissimi.
Dessert macedonia per la mia dolce metà ed io mi avventuro in un classico della toscanità cantuccini con aleatico.
L'aleatico è uno DOCG che si produce in monovitigno con uve aleatico che vengono accuratamente selezionate ed appassite all'aria, come si diceva un tempo sui graticci nell'aia.
Ha un colore rubino intenso, tanto che macchia il bicchiere, profumo molto intenso di marmellata di frutta rossa, sciropposo, amabile dolce ma non eccessivo, ricco di corpo ma armoniosamente sapido.
La gradazione supera i 16°.
I cantuccini ormai di produzione industriale sono apprezzabili se freschi e croccanti.
Abbiamo cominciato molto bene una cornice paesaggistica perfetta, lo sfondo della Capraia, e lo strapiombo sulle scogliere di granito chiarissimo tipiche di questa zona, forse la migliore di tutta l'isola.
Chiudo la recensione applaudendo anche alla colazione della mattina: un buffet molto fornito con ogni sorta di vivande, dall'uovo sodo, al formaggio, al salame per i gusti salati, alle brioche appena sfornate che riempiono la sala del loro profumo, per non parlare della frutta coltivata direttamente in loco.
Apprezziamo anche il prezzo che in alta stagione cena, pernotto, colazione ed accesso alla piscina si aggira attorno ai 90 euro ed il servizio sempre molto efficienti e giustamente discreti.
Il ristorante è aperto anche agli avventori occasionali, tanto che la prima sera abbiamo avuto due nostri amici ospiti ed il pasto completo come abbiamo fatto noi con la scelta del vino bottiglia di Ansonica è stato spesa la cifra di 25 € a testa.
Che dire? Abbiamo passato solo quattro giorni in questo paradiso, e qui vi ho fatto solo la recensione di uno spicchio di vacanza, ma la prima cosa chiesta ai titolari all'atto del conto è stato: "quando posso prenotare per l'estate prossima?". Immancabile un nostro ritorno nel 2012.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.