Che bello ritrovare un ristorante (è stato riapert...

Recensione di del 20/09/2008

Il Griso

120 € Prezzo
10 Cucina
8 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 120 €

Recensione

Che bello ritrovare un ristorante (è stato riaperto nell'aprile del 2007) che ha fatto epoca per la bellezza dell'ambiente, la qualità dei cibi, la presentazione dei piatti. La famiglia Gobbi e lo chef Claudio Prandi sono stati per tanti anni un punto di riferimento per chi voleva gustare una cena (quasi sempre) indimenticabile e godere anche di uno splendido paesaggio.
Certo una ristrutturazione completa ha cambiato e reso più freddo l'ambiente; le sale sono abbastanza spoglie e il marmo non crea quel calore che era un punto di forza del Griso precedente ma il panorama è sempre impagabile e la vista sia dal ristorante che dal bistrot al piano superiore (con prezzi più bassi) è sicuramente unica.
È stato questo il ristorante dove (a parte tre o quattro a Milano) sono stato più volte nel corso degli anni fino alla chiusura, portando amici (anche stranieri) e conoscenti e sempre uscendone pienamente soddisfatto.
Ho ritrovato ora un bravissimo chef, Antonino Messina, gentile, competente con idee che mi sono sembrate estremamente valide aiutato da uno staff di persone molto brave. Sul Web potete trovare i piatti e le fotografie anche di tutto il complesso del Griso, e vi consiglio vivamente, se avete voglia di una cena o di un week-end da ricordare, di andarci.

Come vi sedete al tavolo vi viene portato un flûte di aperitivo Prosecco Foss Marai, quindi grissini e crackers molto buoni (fatti da loro), tre tipi di pane (fatto da loro), un piattino con patate blu (peruviane) e patatine fritte.

La nostra cena è iniziata con una squisita crema di zucchine con calamaretti spillo e olio al pomodoro (come pre-antipasto) ed è proseguita con scampi di Sicilia croccanti con purè di topinambur e noce moscata; carpaccio di fois gras con melone estivo e riduzione al Vin Santo; tortelli ripieni di anatra delle Langhe con ristretto al Sassella e pere; risotto alla milanese e tartare di fassona in gremolada; agnello della Valle Stura arrosto, quenelle di sedano rapa e salsa all'origano di montagna; variazione di Manzetta in due cotture: cotta, con patata glassata e cruda, con finferli; granita di limone con pistacchi (pre-dessert); tavolozza di frutta fresca e sorbetti di stagione (mela verde, lampone e pompelmo); fichi testa nera, mousse al mascarpone e lavanda; piccola pasticceria; tartufini all'ananas; tartufini al cioccolato e caramello.

Vini e distillati: una bottiglia di Contadi Castaldi, Franciacorta Zero; un bicchiere di vino Sagrantino di Montefalco passito; una grappa di prosecco Cantina d'autore stabilimento di Visnà di Vazzola (TV); una grappa di moscato monovitigno.
Una bella carta dei vini e una possibilità di scelta di vino da dessert a bicchiere, completano, col sottofondo di una piacevole musica, una cena (o un pranzo) che ricorderete con molto piacere.
Totale: € 240. Prezzo a persona: € 120.

Roberto Guidini

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.