Attratti dalle positive recensioni lette su ilmang...

Recensione di del 28/02/2010

Agriturismo La Vecchia Fornace

25 € Prezzo
8 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Ottimo
Prezzo per persona bevande incluse: 25 €

Recensione

Attratti dalle positive recensioni lette su ilmangione.it, decidiamo di provare questo agriturismo che si trova in un paesino (Maggiora) alle porte di Borgomanero. La struttura, causa assoluta mancanza di cartelli indicatori, è abbastanza difficile da raggiungere, se non seguendo le segnalazioni per la pista di Autocross o avendo un buon navigatore.
L'Agriturismo occupa una ex fornace completamente e molto ben ristrutturata con mattoni, sassi e travi a vista che rendono l'ambiente caldo e accogliente.
Le cucine ed una sala con circa 15 coperti si trovano al piano terreno (appena varcato l'ingresso), sul sovrastante soppalco sono sistemati altri 30 coperti e, sempre al primo piano, vi è la sala più grande con circa 70 coperti.
La scala che unisce i due piani è percorsa innumerevoli volte dai giovani camerieri che senza sosta e con molta cortesia e affabilità servono ai tavoli.

Veniamo fatti accomodare al piano superiore ed il cameriere (che sarà il principale a seguirci per tutto il pranzo) raccoglie le ordinazioni per bevande e primi piatti (per i secondi possiamo aspettare dopo aver consumato i primi).
Il menu (a prezzo fisso di € 20 più bevande, con vino sfuso a € 5 al litro oppure in bottiglia - sei etichette - da 8 a 12 €) include sei antipasti, un primo (a scelta fra quattro proposte), un secondo (a scelta fra cinque), dolce (a scelta fra una decina, tutti al cucchiaio) e caffè.

Gli antipasti, serviti tutti contemporaneamente, sono stati: tagliere di affettati (lardo, pancetta coppata e salame, di produzione propria e veramente ottimi), crostone con lardo fuso (molto buono, ma il lardo si sentiva poco, ce ne volova una fettina in più), insalata di borlotti con cipolle e peperoni (fresca e risultata poi ben digeribile nonostante gli ingredienti), quadrotto di frittata di cipolle e mele (originale e gradevole), affettato di tacchino con bagna freida (una salsa a base di acciughe, molto buona) e flan di spinaci con salsa al gorgonzola (ottimo).

Breve pausa ed arrivano i primi: il menu proponeva paniscia (risotto tipico della zona, cucinato al momento, ma purtoppo ordinabile solo per minimo due persone, un peccato; visto il pieno del locale, perchè non fare uno strappo alla regola?), tagliolini al radicchio e crema di zola, tagliolini alla crema di porcini e tartufo, garganelli al ragù di agnello.
Noi abbiamo ordinato (e scambiato per assaggi) le due versioni di tagliolini (buoni ma purtroppo peccavano, soprattutto quelli al tartufo, per l'eccessiva presenza di panna, che li rendeva un po' stucchevoli e copriva il gusto degli ingredienti principali) ed i garganelli (questi con sugo veramente ottimo).
Ci viene poi chiesto se vogliamo passare subito ad ordinare i secondi, che sarebbero stati portati in massimo dieci minuti, o aspettare per una breve pausa.

Aspettiamo e poi ordiniamo carpaccio di fassona con scaglie di grana ed olio tartufato (mi dicono buono però con il sapore di tartufo appena accennato) e tapulon, che è un macinato di carne di cavallo, cucinato con verze tritate finemente, vino rosso e spezie, con polenta: veramente ottimo.
La scelta dei secondi comprendeva anche carpaccio di fassona con crema di zola, polenta e zola, brasato con polenta.

I dolci proposti: gelato fior di latte semplice o affogato con cioccolato, caffè o frutti di bosco caldi al cassis, semifreddo allo zabaione, bonet, dolce della Fornace (a base di panna e amaretti), panna cotta, gelato tartufo bianco o al cioccolato. Noi abbiamo optato per un classico gelato fior di latte, peraltro molto buono, affogato nelle tre versioni.
Infine caffè e grappino, con bottiglia lasciata al tavolo.

Nota di merito: siamo arrivati verso le ore 13, siamo stati serviti con cortesia e rapidità (giusto i tempi tecnici di cottura e preparazione dei piatti) ed il pranzo si è concluso verso le 15.
Conto finale: tre menu a 20 € cad., mezzo litro di rosso della casa e due bottiglie d'acqua 15 € (abbiamo anche preso un primo piatto dal menu per la nostra bimba). Direi un ottimo rapporto qualità/quantità/servizio/prezzo.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.