Con la mia fidanzata andiamo a fare una gita fuori...

Recensione di del 12/07/2006

La Commedia della Pentola

50 € Prezzo
9 Cucina
9 Ambiente
9 Servizio
Rapporto qualità/prezzo: Normale
Prezzo per persona bevande incluse: 50 €

Recensione

Con la mia fidanzata andiamo a fare una gita fuori porta nel monferrato e decidiamo di provare questo locale situato a Lu Monferrato (AL).
Il Monferrato Casalese, è una terra ricca di tradizione e storia. L'ideale è visitarla andando di paese in paese, osservando la natura incontaminata, ammirando i paesaggi, scoprendo le bellezze artistiche ed architettoniche, e naturalmente gustando la tipicità della sua eno-gastronomia.

Prenotiamo per la sera ed arriviamo al locale: da fuori si presenta come un casale tipico della zona immerso in un ampio giardino dove sono presenti cilegi, noccioleti, noceti, e querele dove i primi ad insediarsi sono stati gli scoiattoli.

All'ingresso del casale si capisce che la fantasia, il gusto e la femminilità hanno condizionato ogni particolare del locale. Pareti con pietre a vista, soffitto con i mattoni pieni (tipici del territorio), tavoli scrigno ricolmi di oggetti del passato. Impossibile restare indifferenti al gioco dei toni smorzati, di colori che sembrano avvolti da una nebbia delicata. Si, perchè ogni mattone, pietra o lampadario è "velato" da una mano irrequieta di bianco che rende tutto apparentemente uniforme.

All' interno del ristorante ogni tavolo è vestito di tovaglie con delicate fantasie floreali, piatti decorati a mano con fantasia di rose.I tavoli sono ben distanziati fra loro ed il locale si divide in tre sale: oltre alla sala principale da 45-50 posti, vi sono due salette a tema (gialla e blu), con capienza due a sei posti al massimo per cenette intime e romantiche.
Inoltre vi è un porticato ed un pergolato che diventa la sede esterna del ristorante nelle calde serate estive.
Veniamo fatti sedere al nostro tavolo proprio nella sala principale ed appena seduti ci portano il menu ed inizia la scelta. Notiamo che vi è un menu alla carta ed un menu degustazione. La nostra scelta è per il menu alla carta, ed è la seguente.

Primi.
Entrambi prendiamo un piatto che sappiamo ha vinto il 2° premio al concorso della cucina italiana "mattarello d'argento": "gli gnocchi ripieni alle noci e crema di zafferano".
Dopo averli assaggiati capiamo il perchè. Ottima cottura degli gnocchi ed il ripieno di noci non è per niente pesante, nonostante le prerogrative, inoltre la crema di zafferano rende il piatto semplicemente fantastico. Voto 10.

Secondi.
Come seconda portata io scelgo "la faraona disossata ai funghi".
Ottima la cottura della faraona ed ottimi anche i funghi, rigorosamente porcini, piatto semplice ma abbondante e preparato in modo ottimale. Voto 9.
La mia commensale sceglie "il brasato al Barolo", altro piatto semplice in onore della zona dove ci troviamo: ne provo un po' e devo dire che anche qui la cottura è perfetta ed il barolo dà una sfumatora corretta alla portata. Voto 8.

Decidiamo,ormai sazi vista l'abbondanza delle portate, di saltare il dessert e prendiamo due caffè con un bicchiere di grappa di Barolo della distilleria S.Teresa di Paolo Marolo. La grappa, che è ottenuta dalla distillazione delle vinacce di Nebbiolo da Barolo, rimane a riposare in piccoli fusti per almeno quattro anni.

Vino.
Ad a accompagnarci per la cena abbiamo scelto come vino un rosso adatto alle portate scelte ed alla zona vinicola dove ci trovavamo quindi abbiamo optato per un "Bricco Battista Superiore Barbera del Monferrato" della cantina Accornero. Questo vino è prodotto utilizzando uve da Barbera al 100%, la conservazione avviene senza essere nè filtrato nè stabilizzato a freddo. L'invecchiamento avviene in barrique per una durata da dodici a diciotto mesi, imbottigliamento in estate e affinamento in bottiglia per sei mesi.E' un vino di grande struttura da consumarsi dopo almeno dieci anni dalla produzione.

Per quanto riguarda il servizio del vino, da segnalare che ci hanno cambiato i bicchieri mettendoci in tavola i bicchieri adatti alla degustazione del vino scelto che ci è stato servito a temperatura corretta.

In conclusione.
Un ristorante tipico della zona del Monferrato, rustico e sobrio. Le portate non sono molto elaborate ma la materia prima utilizzata è di prima qualità e lavorata in maniera ottimale.
Il servizio è sempre vigile ma discreto ed attento alle esigenze dei clienti.
La lista dei vini è molto ricca; sono presenti delle etichette di eccellenza.
In definitiva un locale da consigliare.

Condividi la tua esperienza

Raccontarci le tue personali esperienze è fondamentale per permetterci di conoscerti sempre di più ed offrirti consigli su misura per te. ilmangione non è più un'esperienza statica, ma una potente Intelligenza Artificiale che impara a conoscerti partendo da quello che ti piace.